Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (1) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 26 ]  [ Totale: 26 ]  [ Membro più recente: lusi ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Free Time Cafè
 Informazioni
 ernia inguinale e nuoto
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
diego.bet

Membro iniziale

diego.bet is offline

 


 Spedito - 14/11/2010 :  20:05:57  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo Send diego.bet a Private Message  Aggiungi diego.bet alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
buonasera a tutti, mi chiamo diego e sono nuovo del forum.
volevo fare un pao di domande e riportare la mia esperienza personale.
un anno e mezzo fa sono stato operato di ernia inguinale sx con il metodo lichtenstein, con utilizzo di una rete parzialmente riassorbibile, (presumo come quelle citate da voi in poliuretano)
l'intervento è andato bene.
l'ernia non era molto grande e non mi dava alcun tipo di fastidio, tanto che il medico di base mi ha chiesto cosa volessi fare, se operare o se aspettare che diventasse piu' grande, io, considerato che non poteva rientrare da sola ho optato subito per l'intervento.
dopo 2-4 gg gia iniziavo a camminare con calma dovuta.
ora la mia domanda è la seguente: visto che ho iniziato dei corsi di nuoto da circa 5 mesi, (quindi dopo 14 mesi dall'intervento), e ora stiamo aumentando un po il ritmo, volevo capire se il movimento della gambata a rana, puo' essere stressante per la zona dove è stato eseguito l'intervento e se a lungo andare puo' dare luogo a recidive.
ve lo chiedo xkè la sett scorsa ho spinto un po troppo e sento l'indolenzimento nella parte interna dela coscia a livello inguinale(per dare l'idea simile a quello che si avverte quando si gioca una partita a calcio dopo qualche mese di inattivita')
e vista la vicinanza con la zona dove c'è la cicatrice mi chiedevo se potesse essere in qualche modo rischioso...
grazie fin d'ora per le vostre risposte.. e buona serata



 Paese: Italy  ~  Invii: 3  ~  Utente dal: 14/11/2010  ~  UltimaVisita: 28/12/2010 -> Moderatore 
AntonioDL

Semi Admin



Buon natale

AntonioDL is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 5 Invii (1)

 1   Spedito - 14/11/2010 :  20:31:04  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send AntonioDL a Private Message  Aggiungi AntonioDL alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: ernia inguinale e nuoto
Erano anni che aspettavo domande del genere....
Carissimo amico, collega di ernia e collega nel nuoto... Sei a 14 mesi dall'intervento e stai nuotando da 5 mesi, quindi il periodo di rodaggio è più che trascorso. L'indolenzimento nella zona che duole per la rana è esattamente dovuto al fatto che l'hai maggiormente interessata perché ci stai "dando dentro". Ora: innanzitutto tranquillo, perché cose del genere capitano. Aspetta un po' prima di intensificare di nuovo (ma attento: non sto dicendo di smettere!) quel movimento. Ricorda che a rana è fondamentale spingere con le spalle, la testa e il collo, puntando le mani giunte (quasi a mo' di preghiera) in maniera dirompente nell'atto di affondare la testa e concentrando tutta la forza nel recupero delle braccia attivando la muscolatura pettorale. Le gambe possono dare una grossa spinta, ma troverai che una forza impressa in questo modo ti fa avanzare ottimamente senza esagerare sulle gambe. Ricorda inoltre di gestire il movimento delle braccia in modo da assecondare la dinamica dell'acqua: le braccia le porti al petto in fase di recupero, con una direzione verso l'alto per evitare di avanzare in un blocco d'acqua che in quel momento ti sta venendo contro proprio per l'effetto del recupero. E' in questo momento che devi uscire dall'acqua con le spalle e dirigere le mani unite quasi a pelo d'acqua e non, come molti fanno, semplicemente spingendo in avanti (quindi mantenendosi troppo sotto).

Per tornare all'indolenzimento, direi che con un po' di attenzione i prossimi giorni, ti passerà tutto e potrai riprovare a intensificare.


firma di AntonioDL 
alla tua corsa la nube e' fango e il vano vento e' suolo

  Per aiuto psicologico agli altri utenti

 Paese: Italy  ~  Invii: 6417  ~  Utente dal: 20/02/2006  ~  UltimaVisita: 02/10/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
marvin250782

Dottore Infermieristica Super Mod

Marvin

marvin250782 is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 10 Invii (7)

 2   Spedito - 14/11/2010 :  23:40:24  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send marvin250782 a Private Message  Aggiungi marvin250782 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: ernia inguinale e nuoto
Benvenuto. Direi che Antonio sia stato esaustivo.
Ciò che il tuo corpo riesce a fare...


firma di marvin250782 
Dott. Luca Pelliccioni
Laurea in Infermieristica - Università di Ferrara
Infermiere 1.1.8, Pronto Soccorso e Degenza Breve
Caposala UOC Medicina Interna

  Per professionalità e competenza

 Paese: San Marino  ~  Invii: 2212  ~  Utente dal: 01/01/2007  ~  UltimaVisita: 03/01/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
diego.bet

Membro iniziale

diego.bet is offline

 


 3   Spedito - 18/11/2010 :  09:25:45  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send diego.bet a Private Message  Aggiungi diego.bet alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: ernia inguinale e nuoto
grazie a tutti ragazzi..
in effetti tutto è passato nel giro di 3-4 gg
adesso mettero' in pratica i consigli di antonioDL.
xkè sinceramente non avevo mai fatto caso a tutte quelle piccole attenzioni riguardo le spalle la testa e le braccia.
spingevo perlopiu' di gambe e con le braccia uscivo solo per respirare..
grazie ancora..



 Paese: Italy  ~  Invii: 3  ~  Utente dal: 14/11/2010  ~  UltimaVisita: 28/12/2010 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
AntonioDL

Semi Admin



Buon natale

AntonioDL is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 5 Invii (1)

 4   Spedito - 18/11/2010 :  16:24:47  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send AntonioDL a Private Message  Aggiungi AntonioDL alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: ernia inguinale e nuoto
Non ti preoccupare, io nuoto da più di 10 anni e ancora ho molto da imparare. Se vai qui, http://www.nuotomania.it/nuototecnica3.html trovi alcune sequenze che ti possono servire a comprendere quello che ho detto.

firma di AntonioDL 
alla tua corsa la nube e' fango e il vano vento e' suolo

  Per aiuto psicologico agli altri utenti

 Paese: Italy  ~  Invii: 6417  ~  Utente dal: 20/02/2006  ~  UltimaVisita: 02/10/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,27 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07