Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (1) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 69 ]  [ Totale: 69 ]  [ Membro più recente: lusi ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Italiano
 Chirurgia dell'ernia inguinale
 Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Il Voto non è ammesso per questa Discussione.
Pagina Precedente | Pagina Successiva | Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag. di 6
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 61   Spedito - 15/04/2017 :  10:16:57  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
quote:
Evitiamo allora di dire che le percentuali di dolore cronico postoperatorio non corrispondono al vero perchè non sono quelle che si evincono dai casi del forum. Il forum con i suoi utenti non ha statisticamente alcun valore.
E' invece vero che si trovano pressochè quasi tutti i casi di complicanze descritti dalla letteratura medica.

Evitiamo anche di dire di non tenere conto delle esperienze negative.
Sono le esperienze negative che devono far riflettere su cosa si va realmente a farsi fare e su cosa ci si può aspettare dopo.
C'è molta, troppa superficialità da parte dei medici nello spedirti in sala operatoria senza adeguata informazione, con pareri medici spesso discordanti e senza valutare adeguatamente ogni caso che è a sé.
Originariamente inviato da squartato - Ieri :  10:10:45



Io NON evito di dire quello che mi pare

Io NON ho detto di non tenere conto delle esperienze negative ma di non farsi condizionare esclusivamente da quelle

Abbiamo sempre detto a tutti che l'intervento non è una passeggiata di salute, che va preso con attenzione ma non ho intenzione di fare terrorismo psicologico in una fase che per molti è delicata soprattutto solo da quel punto di vista

E' chiaro che bisogna sempre informarsi su tutto, pro e contro di ogni cosa, perchè come tutti sanno ogni cosa ha pro e contro, anche la chemio, le vaccinazioni etc etc poi non per questo non le facciamo
il fatto che i medici non informino a sufficienza o diano informazioni contraddittorie lo abbiamo sempre fatto osservare e, siccome è un forum in cui ospitiamo tutte le opinioni, tutti hanno avuto modo sempre di esprimere la propria opinione

Noi qui (a parte il Doc) NON siamo medici e forniamo solo supporto NON medico, il web è pieno di informazioni, non c'è solo questo sito

Io ho parlato della mia esperienza del forum, che sarà anche minima, limitata e quel che vuoi, ma solo di quella posso parlare, NON ho tempo di fare ricerche più approfondite

Se il forum con i suoi utenti non ha statisticamente alcun valore vuol dire che proporrò di scriverlo in alto ben in vista, però non capisco perchè lo frequenti

Squartato la devi smettere di scrivere cose che qui NON vengono dette
Adesso mi sto proprio scocciando


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 62   Spedito - 15/04/2017 :  14:09:57  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
quote:
Adesso mi sto proprio scocciando


Davvero spiacente
ma è un problema tuo.



 Paese: Italy  ~  Invii: 505  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 25/01/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 63   Spedito - 15/04/2017 :  14:41:13  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
quote:
quote:
Adesso mi sto proprio scocciando


Davvero spiacente
ma è un problema tuo.

Originariamente inviato da squartato - Oggi :  14:09:57



No, se stravolgi quello che dico è anche tuo
se vuoi essere bannato dillo


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 64   Spedito - 15/04/2017 :  15:12:10  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Io argomento pressoché sempre quello che dico con riferimenti ad articoli, esperienze, dati e pubblicazioni, a beneficio degli utenti del forum che cercano informazioni per sé, che condivido dopo essere riuscito a trovarle per me.
Le scaramucce da bar non mi interessano.
Per il resto, se proprio ci tieni ti basta un click per rimanere da solo nel tuo orticello.



 Paese: Italy  ~  Invii: 505  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 25/01/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 65   Spedito - 16/04/2017 :  11:34:21  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
quote:
Io argomento pressoché sempre quello che dico con riferimenti ad articoli, esperienze, dati e pubblicazioni, a beneficio degli utenti del forum che cercano informazioni per sé, che condivido dopo essere riuscito a trovarle per me.
Le scaramucce da bar non mi interessano.
Per il resto, se proprio ci tieni ti basta un click per rimanere da solo nel tuo orticello.
Originariamente inviato da squartato - Ieri :  15:12:10



ancora una volta non rispondi a quel che dico ma polemizzi inutilmente
nessuno ti ha contestato nulla sulle informazioni che raccogli
ma se stravolgi le cose scrivo o mi dici quel che NON si deve dire non va bene

in questo orticello passano centinaia di persone ogni giorno
non sono solo neppure se lo volessi


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gatto73

Nuovo membro

gatto73 is offline

 


 66   Spedito - 18/04/2017 :  10:44:13  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gatto73 a Private Message  Aggiungi gatto73 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
squartato, se uno arriva in questo forum e legge i tuoi post ( millemila ... ) scappa a gambe levate pensando che l'operazione all'ernia sia una certa condanna a sofferenze, mutilazioni, perdita di palle ecc. ecc.
Questo era un forum dove poter ricevere informazioni e assistenza, ora è un forum di disinformazione e basta.
Penso non sia questo il luogo dove combattere la tua battaglia contro tutti i dottori e chirurghi del mondo. E' da un po' che un paio di utenti hanno inquinato questo forum con post di angoscia, dati e statistiche datati e sempre solo rilevati via web, che alla fine creano solo disinformazione e confusione.
Come ho già detto in altri post, l'operazione è sempre un'operazione, può avere conseguenze, ma normalmente NO !!! Sono straconvinto che se eseguita da dottori aggiornati e pratici di laparoscopia, sia il metodo migliore, con meno possibilità di conseguenze negative in assoluto, ma non sempre si può fare, e inoltre è sicuramente più costosa per il Servizio Sanitario Nazionale se non altro perchè è necessaria una notte di degenza. E' solo un'opinione personale, se poi si vogliono spiegazioni tecniche rivolgetevi al chirurgo che me le disse a suo tempo ma che non ricordo più, negli altri miei post trovate nome del chirurgo e ospedale.
Mi pare che ormai il forum abbia perso la sua funzione originale, mi ero ripromesso di ripassare ogni tanto per aiutare con la mia positiva testimonianza chi fosse in procinto di essere operato, ma è da tempo che ormai sconsolato trovo ogni giorno decine di messaggi di polemica che non porta a nulla e mi passa la voglia di leggere. Chiedo scusa per il tono ed accetterò di essere bannato, saluti a tutti.



 Paese: Italy  ~  Invii: 63  ~  Utente dal: 07/03/2016  ~  UltimaVisita: 06/01/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 67   Spedito - 18/04/2017 :  12:44:16  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Grazie gatto73, è più o meno quello che ho tentato di dire in questi giorni.
È più che evidente che non si tratta di dire che è tutto facile e che non ci sono problemi ma dare, possibilemente, al tutto la giusta dimensione.
Le persone che stanno affrontando situazioni pesanti vanno aiutate e sostenute, per quel che ciascuno può naturalmente, e non sono mai un peso per un forum che ne ha viste di tutti i colori (come si dice)

Sei sempre il benvenuto, come tutti del resto


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 68   Spedito - 19/04/2017 :  21:20:04  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Gatto non puoi accostare i post che ho scritto alla disinformazione se è questo che volevi dire....disinformazione la fanno quelli che dicono di essere terapeuti alternativi e di guarirti l'ernia appoggiandoti pietre sula pancia.

Dati e statitiche che ho postato provengono da articoli scientifici, a volte di ricerche di dieci anni fa e reperibili in rete, ma non è che le cose ad oggi cambino granché, e sono le sole cose che possono darti una concreta visione d'insieme. E se non sono un minimo credibili quelli, dobbiamo affidarci ai mille medici che dicono l'uno una cosa diversa dall'altro.

Chi si deve operare è in balia di medici incompetenti che ancora oggi ti dicono di "non farti operare in laparoscopia perchè vanno tutti in recidiva". Questa è disinformazione. Disinformazione e superficialità che dovrebbe mandare certa gente a casa.

Scappare a gambe levate dopo aver letto?
Spero di no, ma molti dei quali, a suo tempo operati ad minchiam e non informati a dovere, e che oggi lamentano un calvario di problemi infiniti, avrebbero fatto mille volte meglio a scappare a gambe levate sì, ma dalla sala operatoria. La vita è troppo breve per accettare di essersela fatta rovinare da un intervento così stupido ed indirizzati in maniera del tutto superficiale.

Tu sei guarito e tranquillo, a me invece aspettano forse altri due interventi, quando con uno solo potevo aver risolto tutto definitivamente e senza pensieri.



Modificato da - squartato on 19/04/2017 21:23:40

 Paese: Italy  ~  Invii: 505  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 25/01/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
cremer

Membro iniziale

confus

cremer is offline

 


 69   Spedito - 19/04/2017 :  21:37:43  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send cremer a Private Message  Aggiungi cremer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
io (che non mi sto facendo operare per paura)vi leggo tutti attentamente ogni giorno con interesse e sto cercando di farmi un 'idea grazie ai vostri consigli ed esperienze che condividete


 Paese: Italy  ~  Invii: 11  ~  Utente dal: 02/06/2016  ~  UltimaVisita: 02/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
amministratore

Medico - Chirurgo Forum Admin



merlino

amministratore is offline

Membro Valutato:
Voti: 23

 
Top 5 Invii (2)

 70   Spedito - 29/04/2017 :  09:08:17  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo  Visita l'homepage di amministratore Send amministratore a Private Message  Aggiungi amministratore alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
MI era sfuggita questa interessante discussione, che però mi sembra sia scivolata in un atto di accusa verso i medici che sembra siano una maledetta razza, tutti incompetenti, tutti a cercare il soldo e a fregarsene dei pazienti..
Le informazioni dei lavori citati sono intanto del 2004 e del 2006 , l'evoluzione dei materiali impiegati ha cambiato notevolmente i risultati in termione di dolore cronico.
Che la laparoscopi abbia una ripresa pià veloce è vero, ma no per tutti.
Una compicazione laparoscopica può portare a morte, a avere un stomia intestinale, a complicanze anestesiologiche , ad una degenza di mesi.
Certo non sono complicazioni frequenti, ma a chi capita certamente non è contento e direbbe se loavessi saputo prima non avrei rischiato.
Le nuove linee guida dell'European Hernia Society indicano la laparoscopia come indicata per le ernie recidive ed "eventualmente " per le bilaterali.
La tecnica laparoscopica necessita di una curva di apprendimento molo lunga, circa 100 ernie fatte e una mole dl lavoro di almeno 50 ernie /anno.
Quindi vuol dire che bisogna prima cominciare a fare ernie monolaterali per le quali non c'è indicazione, per poter acquisire l'esperienza per fare le recidive.
La tecnica laparoscopioca non è quindi disponibile in tutti i centri, per cui il pz se desidera la tecnica laparoscopica e se c'è l'indicazione deve necessariamente spostarsi e prevedere un soggiorno fuori sede per un certo temppo.
Le complicanze funicolari sono in effetti più frequenti con la tecnica open a freonte di minori complicanze intestinali e vascolari.
Io personalmente se c'è l'indicazione alla tecnica laparoscopica dico al paziente che non la faccio e gli indico il nominativo di chi la fa.
Ma quello che dico sempre è che quel che conta sono i risultati per ogni chirurgo con la tecnica che sa fare meglio.
Se usando una rete per zanzare e punti di sete riparo l'ernia, no ho recidive, ho iuna percentuale ridotta di dolore cronico e 0-1 % di complicanze funicolari allora non c'è motivio di cambiare a meno che i risultati che io riesco ad ottenere (non gli altri) non siano migliori con altre tecniche.
A questo punto abbiamo capito i concetti, lasciamo aperta la discussione ancora un poco poi la chiudiamo che diventa troppo lunga e se serve se ne riapre un'altra.

Grazie



firma di amministratore 
Ernia e laparocele

Torino Ernia

Prenota una visita

 Paese: Italy  ~  Invii: 5329  ~  Utente dal: 15/03/2003  ~  UltimaVisita: 03/01/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 71   Spedito - 04/05/2017 :  11:39:03  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Le complicanze gravi possono esserci anche nella tecnica open e se si parla di dolore cronico al 30% dei casi, come ha recentemente sostenuto la stessa organizzazione che hai citato, anche quella a mio avviso è una complicanza grave in quanto invalidante e che necessita di re-intervento. Certo non si parla di pericolo di morte, ma dover reintervenire chirurgicamente per me si chiama fallimento. I danni al funicolo in una persona giovane, poi, sono cosa abbastanza grave per la sfera personale e psicologica e, anche se forse li considerate "lievi", si parla di danni irreversibili.

Non ha molto senso parlare di maggiore o minore percentuale di recidiva dal momento che, a regime di consolidata esperienza chirurgica pregressa, qualche punto percentuale di differenza non fa molto testo e ambedue le tecniche sono pressochè paragonabili. Di fronte ai benefici della tecnica laparo, sono da censurare quei medici che ti sconsigliano la laparoscopia "perchè c'è pericolo di recidiva", e purtroppo sono in tanti.

Un altro recente consesso internazionale, del quale purtroppo non riesco a ritrovare il riferimento (se lo ritrovo lo posto), parla invece di valutare come scelta primaria la tecnica laparoscopica anche nelle ernie primitive e monolaterali, questo tenendo conto dei benefici che, in molti pazienti, sono di gran lunga superiori ai rischi.

Il fattore anestesiologico ? L'anestesia totale è operazione di routine, si fa migliaia di volte ogni giorno. L'anestesia spinale poi è una mossa pericolosa se fatta male. Due dottoresse che conosco mi hanno confessato che, dopo il parto cesareo, non se la farebbero mai rifare.

Prima dei risultati migliori per il chirurgo, credo debbano venire i risultati migliori PER IL PAZIENTE.

C'è troppa superficialità nei tuoi colleghi nel visitare le persone e schiaffarle in lista d'attesa senza dare pressochè nessun tipo di informazione, senza valutare il soggetto e la vita che fa, se è una persona sportiva, cosa si aspetta dall'intervento. Salvo poi fargli firmare di "essere a conoscenza delle compicanze, delle eventuali lesioni permanenti e delle possibili alternative d'intervento (cit.)".

Ed ecco che il paziente si ritrova dinanzi al danno arrecato che avrebbe evitato solo venendo adeguatamente informato. Invece no, devi conoscere le cose sulla tua pelle o leggendo su internet, che altri tuoi colleghi bollano come "tutte cazzate che si leggono in rete".

E poi diciamolo, è anche una questione di economia ospedaliera. Quanti colleghi sono pressati a fare meno laparoscopie possibili ?



 Paese: Italy  ~  Invii: 505  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 25/01/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 72   Spedito - 14/10/2017 :  22:53:45  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Una discussione interessante: in questa pagina di un forum di medici, essi stessi si chiedono che tipo di tecnica si farebbero fare su se stessi se avessero una semplice ernia monolaterale.
Questo per dimostrare che un medico che soffre di una condizione, può non desiderare di sottoporsi alla stessa procedura che offre ai suoi pazienti.

Un buon numero di essi seppur in moderata minoranza sceglierebbe comunque la laparoscopia su se stessi, e con una netta preferenza per la TEP anziche la TAPP.

If you had a unilateral inguinal hernia would you opt for an open repair or laparoscopic?
A doctor who suffers from a condition may not wish to undergo the same procedure he offers to his patients


https://www.researchgate.net/post/I...laparoscopic" target="_blank">br%20/%20https://www.researchgate.net/post/I...laparoscopic




 Paese: Italy  ~  Invii: 505  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 25/01/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gheppio59

Membro giovane

gheppio59 is offline

 
Top 50 Invii (34)

 73   Spedito - 15/10/2017 :  00:18:16  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gheppio59 a Private Message  Aggiungi gheppio59 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Io sono d'accordo con Squartato: sono abbastanza persuaso del fatto che i due tipi di interventi presentano rischi di tipo diverso. Mi spiego meglio: dal punto di vista del chirurgo è più semplice fare un intervento a cielo aperto, ma è anche vero che l'intervento a cielo aperto comporta il taglio di alcune strutture che, se non fatto bene o in maniera precisa o comunque da medici con lunga esperienza e tecnica, può determinare, anche a causa dell'uso delle protesi, dei problemi seri al paziente (dolore cronico, insensibilità, aderenze, reazione alla rete o ai punti di sutura, problemi al funicolo spermatico, etc). Problemi che poi sono di difficile individuazione considerata la complessità delle strutture interessate seguito e che richiedono successivi rischiosi reinterventi, che vengono quasi sempre sconsigliati,


 Paese: Italy  ~  Invii: 176  ~  Utente dal: 08/09/2017  ~  UltimaVisita: 21/11/2019 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gheppio59

Membro giovane

gheppio59 is offline

 
Top 50 Invii (34)

 74   Spedito - 15/10/2017 :  00:26:52  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gheppio59 a Private Message  Aggiungi gheppio59 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Quindi l'intervento a cielo aperto è più semplice per il chirurgo ma più invasivo e rischioso per il paziente. Viceversa l'intervento in laparoscopia richiede una competenza molto specifica da parte del medico, tanto è vero che i chirurghi che operano le ernie in laparo sono molto meno rispetto a quelli che operano a cielo aperto. In questo senso l'intervento in laparo comporta maggiori rischi per il chirurgo (e sicuramente costi più elevati per gli ospedali, ma una volta assodata la capacità tecnica del chirurgo l'intervento in laparo è meno invasivo e meno rischioso per il paziente. Chiaro?


 Paese: Italy  ~  Invii: 176  ~  Utente dal: 08/09/2017  ~  UltimaVisita: 21/11/2019 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gheppio59

Membro giovane

gheppio59 is offline

 
Top 50 Invii (34)

 75   Spedito - 15/10/2017 :  00:31:48  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gheppio59 a Private Message  Aggiungi gheppio59 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Statistiche recidiva laparoscopia vs. cielo aperto
Ovviamente per un chirurgo è più semplice e meno rischioso fare una anestesia locale rispetto a quella totale. E vero, d'altronde, che l'anestesia totale comporta maggiori rischi per il paziente.


 Paese: Italy  ~  Invii: 176  ~  Utente dal: 08/09/2017  ~  UltimaVisita: 21/11/2019 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Pag. di 6 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,74 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07