Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (0) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 29 ]  [ Totale: 29 ]  [ Membro più recente: Lorenzo97 ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Italiano
 Chirurgia dell'ernia inguinale
 Lettera aperta dei chirurghi italiani
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
amministratore

Medico - Chirurgo Forum Admin



merlino

amministratore is offline

Membro Valutato:
Voti: 23

 
Top 5 Invii (2)

 Spedito - 09/02/2007 :  23:25:30  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'homepage di amministratore Send amministratore a Private Message  Aggiungi amministratore alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora


I chirurghi italiani denunciano una campagna di attacco in una lettera aperta.
Non sono nostre le responsabilità della malasanità
L'iniziativa presa dal CIC, il Collegio Italiano dei Chirurghi, che raggruppa 48 società scientifiche





“I Chirurghi italiani di tutte le specialità sono attualmente sottoposti ad un attacco che tende ad attribuire loro tutti i disservizi e le deficienze strutturali degli Ospedali”.

E’ questa la denuncia contenuta in una lettera aperta ai cittadini italiani da parte del Collegio Italiano dei Chirurghi, al quale aderiscono 48 delle oltre 50 società di chirurghi di diverse specializzazioni, che domani sarà pubblicata su un quotidiano a diffusione nazionale.

“Si è arrivati persino a sostenere – prosegue la lettera - che negli Ospedali italiani si prelevino clandestinamente organi da cadaveri nei sotterranei, un orrore che lascia attoniti, e che le infezioni ospedaliere, in Italia nettamente inferiori a quelle di molti paesi europei, siano determinate dall’incuria e dal disimpegno dei Medici”.

Nel suo appello ai cittadini il Collegio Italiano dei Chirurghi, esprime una chiara critica nei confronti delle scelte governative e delle modalità di gestione dei nosocomi italiani.

“Ai Medici è stata tolta ogni possibilità di gestire risorse umane e materiali negli Ospedali. Tutti gli appalti per l’edilizia, vitto, pulizie, farmaci, presidi medici, vigilanza, assicurazioni ed i concorsi, sono di pertinenza esclusiva degli Amministratori, nominati direttamente dal potere politico: una corporazione di 297 Direttori Generali gestisce 560.000 Dipendenti, dei quali poco più di 100.000 Medici, ed amministra circa 100 miliardi di euro all’anno. Nell’ultima finanziaria, inoltre, è stato sottratto ai Medici specialisti ogni giudizio di qualità sugli acquisti di attrezzature medicali”.

Nella lettera viene precisato che oltre il 95% dei medici chirurghi in Italia è in rapporto esclusivo con il S.S.N. e che, nonostante lo Stato Italiano destini alla Sanità una percentuale del PIL nettamente inferiore a quella degli altri Stati Europei, il sistema sanitario italiano è ai vertici della classifica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.



Roma, 7 febbraio 2007





firma di amministratore 
Ernia e laparocele

Torino Ernia

Prenota una visita

 Paese: Italy  ~  Invii: 5329  ~  Utente dal: 15/03/2003  ~  UltimaVisita: 18/04/2023 -> Moderatore 
Anna

Membro iniziale

Anna is offline

 


 1   Spedito - 12/10/2007 :  13:45:33  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Anna a Private Message  Aggiungi Anna alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Giusta, lecita e doverosa questa lettera e la vostra difesa.
Peccato che non tutti i colleghi chirurghi vogliano dimostrare attenzione al paziente, pur con tutte le difficoltà della professione, ma questo è un'altro discorso.
Scusami Amministratore, ma nel mio recente breve ricovero sono stata oggetto di assoluta mancanza di comunicazione da parte della categoria chirurghi e come spesso accade mi sono sentita solo "pezzo operatorio".
Pur con tutte le attenuanti che posso concedervi, penso che talvolta una parola in più (e ti assicuro che è mancata addirittura la risposta al saluto) possa essere spesa per l'assistito, in quanto persona.
Spero il mio sia stato solo un caso eccezionale, e ringrazio d'aver trovato in questo sito un medico come te.



 Paese: Italy  ~  Invii: 10  ~  Utente dal: 12/10/2007  ~  UltimaVisita: 30/10/2007 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
AntonioDL

Semi Admin



Buon natale

AntonioDL is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 5 Invii (1)

 2   Spedito - 12/10/2007 :  17:02:06  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send AntonioDL a Private Message  Aggiungi AntonioDL alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Dove sei stata operata?

firma di AntonioDL 
alla tua corsa la nube e' fango e il vano vento e' suolo

  Per aiuto psicologico agli altri utenti

 Paese: Italy  ~  Invii: 6417  ~  Utente dal: 20/02/2006  ~  UltimaVisita: 30/07/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
marvin250782

Dottore Infermieristica Super Mod

Marvin

marvin250782 is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 10 Invii (7)

 3   Spedito - 12/10/2007 :  21:03:24  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send marvin250782 a Private Message  Aggiungi marvin250782 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Purtroppo l'empatia manca un po' ovunque: il problema è che l'ambito sanitario fa della comunicazione uno strumento terapeutico molto spesso, per cui la cosa si acuisce maggiormente.

firma di marvin250782 
Dott. Luca Pelliccioni
Laurea in Infermieristica - Università di Ferrara
Infermiere 1.1.8, Pronto Soccorso e Degenza Breve
Caposala UOC Medicina Interna

  Per professionalità e competenza

 Paese: San Marino  ~  Invii: 2212  ~  Utente dal: 01/01/2007  ~  UltimaVisita: 05/05/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
amministratore

Medico - Chirurgo Forum Admin



merlino

amministratore is offline

Membro Valutato:
Voti: 23

 
Top 5 Invii (2)

 4   Spedito - 13/10/2007 :  10:23:30  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo  Visita l'homepage di amministratore Send amministratore a Private Message  Aggiungi amministratore alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Purtroppo le eccezioni ci sono ovunque, e non sempre la comunicazione è sufficiente.
Sento di dovermi scusare per quei colleghi, a nome della categoria, che tuttavia nella sua maggioranza rispetta i termini deontologici e di sensibilità necessari.



firma di amministratore 
Ernia e laparocele

Torino Ernia

Prenota una visita

 Paese: Italy  ~  Invii: 5329  ~  Utente dal: 15/03/2003  ~  UltimaVisita: 18/04/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Anna

Membro iniziale

Anna is offline

 


 5   Spedito - 13/10/2007 :  19:44:11  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Anna a Private Message  Aggiungi Anna alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Credo doc che le tue parole siano vere.
Anche se un po' di baronismo elitario nella categoria si trova ancora...però hai ragione e intanto qui c'è la prova.
La mia situazione è stata un po' particolare: sono entrata al mattino, mi hanno fatto indossare subito camice operatorio, senza mutande, e calze elastiche (credevo dunque di essere chiamata in mattinata)...non ho più visto nessuno fino alle 18.30 quando sono venuti a farmi morfina e valium.
Non potevano farmi mettere il pigiama così da potermi almeno muovere? In camera in 4, con i mariti delle altre, sai, il camice operatorio dietro è aperto...
Non nego che ci siano state urgenze e inteventi più importanti (per quello non ho mai chiamato, aspettavo il mio turno buona buona), però magari un infermiere o qualcuno che dicesse "lei è l'ultima"...sai com'è la tensione preoperatoria, ognio ora che passava...
Mi portano in sala alle 18.45, l'intervento va bene, credo, ma nessun chirurgo che mi rivolga la parola (a parte la discussione con l'anestesista su Juve e Dida, che inizialmente mi trovava molto partecipe).
Costava tanto dire "è andato tutto bene. Ora può bere un po' d'acqua se vuole (non bevevo dalla sera prima!)"??
lo so che erano stanchi e che alle 19.40 avevano ben tutto il diritto di pensare ai fatti loro, alla loro famiglia, alla loro serata... ma io ero lì sotto i loro ferri, in attesa di una loro parola come fosse acqua nel deserto!
Solo una brutta esperienza.
Beh, sono risalita dalla sala operatoria che ero in lacrime, forse era anche solo la stanchezza.
Certo conta molto di più che abbiano fatto bene il loro lavoro piuttosto che tante chiacchere... però talvolta quella sensibilità...

PS-ero in un ospedale della provincia di Milano, anche sede universitaria. Un grosso ospedale, questo conta.



 Paese: Italy  ~  Invii: 10  ~  Utente dal: 12/10/2007  ~  UltimaVisita: 30/10/2007 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
marvin250782

Dottore Infermieristica Super Mod

Marvin

marvin250782 is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 10 Invii (7)

 6   Spedito - 14/10/2007 :  14:13:43  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send marvin250782 a Private Message  Aggiungi marvin250782 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Anna sicuramente è stata un'esperienza esemplare di lack of communication: mi spiace. Una precisazione... hai detto che ti han fatto morfina e valium? Non è che volevi dire atropina e valium... come pre-medicazione... :)

firma di marvin250782 
Dott. Luca Pelliccioni
Laurea in Infermieristica - Università di Ferrara
Infermiere 1.1.8, Pronto Soccorso e Degenza Breve
Caposala UOC Medicina Interna

  Per professionalità e competenza

 Paese: San Marino  ~  Invii: 2212  ~  Utente dal: 01/01/2007  ~  UltimaVisita: 05/05/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Anna

Membro iniziale

Anna is offline

 


 7   Spedito - 14/10/2007 :  18:50:45  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Anna a Private Message  Aggiungi Anna alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Morfina 1 fl intramuscolo e 30 gtt di Valium, come preanestesia (ho fatto la locale).
Ciao



 Paese: Italy  ~  Invii: 10  ~  Utente dal: 12/10/2007  ~  UltimaVisita: 30/10/2007 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
marvin250782

Dottore Infermieristica Super Mod

Marvin

marvin250782 is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 10 Invii (7)

 8   Spedito - 15/10/2007 :  19:34:51  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send marvin250782 a Private Message  Aggiungi marvin250782 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Non mi era mai capitato di sentire usare la morfina come premedicazione... ok.

firma di marvin250782 
Dott. Luca Pelliccioni
Laurea in Infermieristica - Università di Ferrara
Infermiere 1.1.8, Pronto Soccorso e Degenza Breve
Caposala UOC Medicina Interna

  Per professionalità e competenza

 Paese: San Marino  ~  Invii: 2212  ~  Utente dal: 01/01/2007  ~  UltimaVisita: 05/05/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
AntonioDL

Semi Admin



Buon natale

AntonioDL is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 5 Invii (1)

 9   Spedito - 15/10/2007 :  22:40:30  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send AntonioDL a Private Message  Aggiungi AntonioDL alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
MI dispiace tanto Anna. Pensa che io sono stato operato in un ospedale napoletano famoso per essere su una zona di frontiera, che serve il tristemente famoso quartiere di Scampia, e che si trova ad essere il secondo ospedale a Napoli per numero di casi d'urgenza operati in pronto soccorso, dei quali la percentuale maggiore riguarda scontri d'arma da fuoco e di coltello....

Eppure sapessi che persone squisite dal lato umano: certo qualcuno è stato burbero di natura, ma alla lunga, con un contatto che è durato un mesetto a causa di medicazioni varie, anche il burbero si è sciolto. Era la seconda ernia che operavo, e non immagini che "festa" quando mi hanno visto la seconda volta. Frasi del tipo "Sentivi la nostra mancanza, dì la verità" oppure "Ti abbiamo trattato troppo bene e ci volevi venire a trovare, ma non era necessario andare di nuovo in sala OP".... Insomma, roba da amiconi di famiglia, altro che chirurghi asettici.

Beh, comunque a nche a Napoli molti si son lamentati per non essere trattati da esseri umanai, ma come carne da macello, che ti devo dire.

Adesso però hai il nostro affetto!


firma di AntonioDL 
alla tua corsa la nube e' fango e il vano vento e' suolo

  Per aiuto psicologico agli altri utenti

 Paese: Italy  ~  Invii: 6417  ~  Utente dal: 20/02/2006  ~  UltimaVisita: 30/07/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Anna

Membro iniziale

Anna is offline

 


 10   Spedito - 16/10/2007 :  14:14:23  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Anna a Private Message  Aggiungi Anna alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Antonio, che bello!
Dai che invertiamo il flusso dei migranti per la sanità!
C'è sempre da imparare... per tutti...

Da che so io (forse dalle nostre parti??), l'utilizzo della morfina come analgesico preoperatorio in interventi in locale assistita è abbastanza frequente, sia per l'addome che per interventi artroscopici. Credo sia una scelta dell'anestesista.
Sapessi che euforia...

Ciao amici!



 Paese: Italy  ~  Invii: 10  ~  Utente dal: 12/10/2007  ~  UltimaVisita: 30/10/2007 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
zeus_m

Membro iniziale

zeus_m is offline

 


 11   Spedito - 21/03/2008 :  19:16:13  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo  Chiama con Skype zeus_m Send zeus_m a Private Message  Aggiungi zeus_m alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
La mia solidarietà è tutta nei confronti dei medici chirurghi, e mi spiego:
Un segnale chiaro e visibile in modo cristallino che dimostra la forte carenza di personale (cat. tutte) nelle strutture ospedaliere è dato dalle lunghe liste di attese, sia per svolgere esami di controllo che per interventi qualsiasi.
Quindi, quando si va a prenotare un ecografia e ci diconon che dobbiamo aspettare 6 mesi (se va bene) non significa che quella struttura è inefficiente, ma che c'è disponibile solo 1 o 2 medici che nonostante le ore (tante) che fanno non riescono a smaltire la richiesta.

Io ho un mio carissimo amico chirurgo che nonostante è bravissimo, negli incarichi a tempo determinato arriva sempre primo per titoli, ci tengo a dire che è specializzato anche per i tumori (ha operato anche con il Prof. Veronesi) ancora oggi, a 42 anni con la carenza di chirurghi che c'è , e le ore che fanno (anche 24 di sala op.) non riesce ad avere un incarico a tempo indeterminato.
Questa è la relatà Italiana, non c'è meritocrazia, vanno avanti sempre i raccomandati dei primari e non chi è bravo davvero.
Scusatemi, ma se non cambia questo sistema, saremo sempre nella M.

Cordiali saluti



 Paese: Italy  ~  Invii: 21  ~  Utente dal: 15/03/2008  ~  UltimaVisita: 15/11/2020 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
ebian3

Moderatore


ebianbnw

ebian3 is offline

Membro Valutato:
Voti: 8

 
Top 5 Invii (5)

 12   Spedito - 23/03/2008 :  19:12:38  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo  Visita l'homepage di ebian3 Send ebian3 a Private Message  Aggiungi ebian3 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Lettera aperta dei chirurghi italiani
Come ho già scritto in altri post, nella mia zona (Rimini e Riccione) durante la mia lunghetta esperienza non ho trovato altro che medici preparati e infermieri educati e gentili.
Forse sono stato fortunato, comunque posso solo fare a tutti gli auguri di trovare sempre persone all'altezza della situazione.


firma di ebian3 
castigat ridendo mores http://www.beachwalking.net

  Per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 2631  ~  Utente dal: 19/02/2008  ~  UltimaVisita: 20/12/2023 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,79 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07