Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (1) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 83 ]  [ Totale: 83 ]  [ Membro più recente: lusi ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Italiano
 Chirurgia dell'ernia inguinale
 sieroma
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Vet

Membro iniziale

Vet is offline

 


 Spedito - 25/06/2012 :  12:16:39  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo Send Vet a Private Message  Aggiungi Vet alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
Salve a tutti, sono Marco 43 anni, nuovo ingresso,
sono stato sottoposto il 04 giugno ad intervento di ernioalloplastica, con metodica secondo Lichtestein con utilizzo di rete protesica “ultraprò”, per ernia inguinale sin. diretta; nella stessa seduta il chirurgo ha deciso di togliere il linfonodo inguinale (referto istologico nella norma:l.do reattivo). L'intervento è stato eseguito in anestesia locale. Intervento effettuato alle 8.00 dimissioni alle 16.30 con prescrizione di 10gg di eparina ( fatta solo per 3 gg) e tachipirina. Visto che sono med. veterinario, e conosco il dolore provocato dalla chirurgia add. e spt. dall'asportazione dei l.di, ho chiesto se fosse stato il caso di prendere qualche antidol. maggiore ma mi è stato risposto che non servivano. Detto fatto, alle 20.30 svanito il mitico effetto dell'anest. locale dolori fortissimi, nottata da paura, fino a che finalmente alle 7.30 del mattino riesco ad elemosinare del Contramal gocce e per i 2 gg. successivi il dolore è più o meno sotto controllo. Decorso penso nella norma con ematomi un po' dappertutto. Dopo 6 giorni dall'intervento inizia il calvario: rigonfiamento al di sotto della ferita di grosse dimensioni, teso e dolente. Il giorno successivo mi reco alla prima visita di controllo fissata a 7gg dall'intervento ed il chirurgo di turno sostiene che è un ematoma, io cerco di fargli capire che secondo me non lo è visto che la cute sovrastante è l'unico punto della zona che non è viola, è pochissimo fluttuante e fa un male bestia, niente da fare, bendaggio compressivo nottata insonne con dolore allucinante. Il giorno successivo piantono il chirurgo che mi ha operato,direttore del reparto, che ritengo molto valido; appena vede il tutto riapre in parte la ferita ormai trasudante mi inonda tutti i vestiti di liquido siero-emorragico e dice che il tutto è un sieroma dovuto alla reazione dell'organismo alla rete protesica. Nei 3 giorni successivi drena comprimendo la zona il liquido e dice di avere pazienza, di continuare a medicarmi e di tornare eventualmente a farmi vedere in reparto visto che lui deve andare in ferie per 2 settimane. Ogni giorni mi cambio la medicazione sterile 2-3 volte, visto che il liquido è notevole, passo in reparto ogni tanto dove ogni chirurgo di turno dice la sua (ematoma, sieroma, linforrea perchè tolto un linfonodo, ecc.). Tutti sostengono che non devo fare nessuna terapia antibiotica visto che il liquido è limpido non infetto. Sabato 23 ritorno in reparto facendo presente che i margini della ferita si sono notevolmente ispessiti ed arrossati, il dolore è simile ad un forte bruciore, il chirurgo di turno sostiene che non è ancora il caso di prendere antibiotici, avere pazienza...... Temperatura in questi giorni tra 36,9 e 37,1°C. Questa notte insieme ai soliti dolorini sopportabili sono comparse delle fitte, tipo scariche elettriche con irradiazione lungo la gamba, molto dolorose non penso dovute all'adrenalina ed agli urli per i rigori di Italia-Inghilterra. Ora, io penso che la pazienza da parte mia sia notevole, però d'altro canto con tutto il rispetto non sono neanche Gesù Cristo che deve stare con una ferita sul fianco sempre aperta. Esisterà una bibliografia in merito sui tempi medi di adattamento dell'organismo alla rete, degli esami più o mendo specifici del liquido per vedere di che si tratta, fare un colturale, una ecografia, una radiografia, vedere se un bordo della rete si è girato, se ha fatto reazione un punto di ancoraggio, se è rimasta una garza dentro.....?????? Scusate il tono un po' esasperato e l'italiano parlato.



 Paese: Italy  ~  Invii: 4  ~  Utente dal: 19/06/2012  ~  UltimaVisita: 26/06/2012 -> Moderatore 
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 1   Spedito - 25/06/2012 :  17:07:42  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: sieroma
Ciao Marco e benvenuto tra noi,

nel Forum sono state narrate diverse situazioni simili alla tua, con ferite che stentano a guarire per l’accumulo di siero. Purtroppo sono problemi che si trascinano per tempi anche lunghi provocando non poco disagio e sofferenza.
Credo che alle tue domande specifiche potrà rispondere in modo esauriente il nostro Doc.
Nel frattempo, se ancora non l'hai fatto, puoi fare una ricerca nell'archivio del Forum tramite la funzione "Cerca", la trovi a destra nella barra del "Menù principale". Basta inserire una parola chiave per la ricerca, selezionare le opzioni disponibili e il motore ti segnalerà le discussioni relative.

Saluti,


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

Modificato da - Marcello62 on 25/06/2012 17:08:31

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Panta

Moderatore

Panta

Panta is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 10 Invii (10)

 2   Spedito - 25/06/2012 :  18:56:24  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Panta a Private Message  Aggiungi Panta alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: sieroma
quote:
una ecografia, una radiografia, vedere se un bordo della rete si è girato, se ha fatto reazione un punto di ancoraggio, se è rimasta una garza dentro.....?
Originariamente inviato da Vet - Oggi :  12:16:39



ciao Vet, benvenuto anche da parte mia

ti posso in parte tranquillizzare sulla garza, a quanto hanno detto a me non c'e' lo spazio per lasciarcela

piuttosto, come dici tu, tramite 1 eco si puo' verificare se l'impianto non è dislocato

i bruciori che avevo io erano stati ricondotti ad 1 interessamento dei nervi della zona, con le infiltrazioni sono andati via via a scemare


firma di Panta 
BE THERE, OR BE SORRY (KISS)

" Io, se potessi, scenderei in campo adesso, su un prato o all’oratorio. Perché io amo il calcio."
-Stefano Borgovono-

 Paese: Italy  ~  Invii: 1143  ~  Utente dal: 13/10/2011  ~  UltimaVisita: 16/06/2015 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 3   Spedito - 25/06/2012 :  21:26:05  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: sieroma
anche secondo me (dall'esperienza del forum) la fuoriuscita di siero può durare a lungo. non è frequente ma capita
i dolori che si irradiano alla gamba fanno pensare a coinvolgimento di terminazioni nervose ma in genere passano
un'eco non farebbe male
sentiamo doc


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

Modificato da - francer on 25/06/2012 21:27:02

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
amministratore

Medico - Chirurgo Forum Admin



merlino

amministratore is offline

Membro Valutato:
Voti: 23

 
Top 5 Invii (2)

 4   Spedito - 25/06/2012 :  23:55:35  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo  Visita l'homepage di amministratore Send amministratore a Private Message  Aggiungi amministratore alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: sieroma
Dalla desdrizione sembra un sieroma dovuto certo alla reazione alla rete, e anche forse ad un sanguinamento superficiale.
Ci sono sieromi che guariscono in pochi giorni e altri che necesitano settimane..
Io in genere in questi casi dreno con una siringa una volta la settimana, fino a che la quantità non è minima.
L'antibiotico lo farei.. in fondo c'è una rete sotto che se si infetta sono dolori..


firma di amministratore 
Ernia e laparocele

Torino Ernia

Prenota una visita

 Paese: Italy  ~  Invii: 5329  ~  Utente dal: 15/03/2003  ~  UltimaVisita: 03/01/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,48 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07