Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (0) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 51 ]  [ Totale: 51 ]  [ Membro più recente: lusi ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Italiano
 Chirurgia dell'ernia inguinale
 Nuovo malato d'ernia dx e ansia
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 Spedito - 28/02/2017 :  17:16:33  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
Salve a tutti care amiche e cari amici erniati,

Dopo la recente visita dal chirurgo (ernia inguinale dx confermata) mi sono deciso a chiamare per fissare la data dell'intervendo, che avverrà verosimilmente a fine marzo per via anteriore (open - Lichtenstein) in anestesia loco regionale (epidurale).

Non so nemmeno io perché scrivo, ma dopo aver letto parecchi dei vostri commenti, mi piacerebbe lasciare anche la mia esperienza. Qui di seguito alcune informazioni in formato lista:

- Pratico regolarmente (3-4 volte alla settimana) bici o corsa.
- Verso settembre mi sono accorto di avere una piccola asimmetria a livello della parete addominale. Mi sono detto poteva essere un difetto di fabbrica visto che non avevo apparentemente sintomi.
- Dopo le ferie ho esagerato con la corsa (salita e discesa) e il rigonfiamento della parete é aumentato. Non soffro di alcun dolore ma solo un leggero fastidio da seduto (i pantaloni che sfregano) e una lieve sensazione di peso.
- Ho un passato di attacchi di ansia e panico che mi hanno portato già da alcuni anni ad iniziare una cura specifica (antidepressivi - Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina). Da diversi mesi ero in regime "dose omeopatica" dato che mi sentivo bene.
- Ho sempre avuto la paura di perdere il controllo, svenire, e quindi il terrore dell'anestesia totale. Tra tutte le paure é sicuramente la peggiore.
- Il chirurgo che ho consultato mi ha presentato le due tecniche con i loro vantaggi e svantaggi, ma prediligi l'approcio in laparoscopia. Tuttavia, opera comunque regolarmente anche la Lichtestein open.
- Mi é stato consigliata una anestesia epidurale con probabilmente un sedativo. Se ben abbia già avuto esperienze, mi ha sconsigliato l'anestesia locale in quanto diceva fosse più dolorosa per il paziente (non mi sembra di aver mai letto che fosse più dolorsa da altre parti comunque).
- Seppure meno terrificante, anestesia epidurale mi spaventa molto. Ho il terrore di cosa si prova a non sentire le gambe, di andare in panico, di perdere il controllo. Visto che per calmarti sembra si usi la sedazione endovenosa, ho anche molta molta paura di che effetto si prova durante la sedazione. Ho paura che tutto di un colpo venga addormentato. Paura che abbi giramenti di testa. Paura di sentirmi come quando si ha bevuto o fumato.
- Visto il mio passato di ansie, mi é stato consigliato di entrare la sera prima dell'intervento in ospedale e di rimanerci anche la sera seguente l'intervento (totale 2 notti!).
- Quando ho preso conoscenza del modulo d'informazione (che dovrò firmare), tutti i rischi elencati mi hanno fatto salire l'ansia a 1000.
- E poi rimane sempre quella cattiva sensazione di doversi operare senza che se ne percepiscano le motivazione dirette (ad esempio dolore). So che l'ernia é destinata ad ingrandirsi (sarà sempre così?), ma visto che la pretubernaza é mediamente piccola (anche se sentiva gia la punta alla base dello scroto) mi viene difficile autoconvincermi che l'intervento sia necessatio.

Vi ringrazio per l'attenzione che darete a questo scritto terapeutico :-)

Saluti a tutti.






 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore 
AntonioDL

Semi Admin



Buon natale

AntonioDL is offline

Membro Valutato:
Voti: 10

 
Top 5 Invii (1)

 1   Spedito - 28/02/2017 :  18:40:47  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send AntonioDL a Private Message  Aggiungi AntonioDL alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Ciao Fifone e grazie per aver fornito la tua esperienza. Sono stato operato a sx con l'anestesia regionale, detta anche spinale e come te ero terrorizzato all'idea. Invece fu talmente un'esperienza positiva che l'anno successivo, all'intervento della dx, rimasi rammaricato di essere sottoposto all'anestesia totale leggera (senza intubazione), perché volevo essere ancora più partecipe.

Stai sereno nel modo più assoluto, perché in sala operatoria sono così attrezzati nel metterti a tuo agio che quasi quasi non vorrai più uscirne!!!
Qualunque cosa, scrivi pure, ti risponderemo!


firma di AntonioDL 
alla tua corsa la nube e' fango e il vano vento e' suolo

  Per aiuto psicologico agli altri utenti

 Paese: Italy  ~  Invii: 6417  ~  Utente dal: 20/02/2006  ~  UltimaVisita: 30/07/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (18)

 2   Spedito - 28/02/2017 :  19:03:57  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
La laparoscopia in anesteria totale nel tuo caso (molto simile al mio) personalmente penso sia la strada migliore visto che essendo molto ansioso, l'intervento è un trauma solo a pensarci. Se tornassi indietro farei così.

La puntura nella schiena, se come è capitato a me l'anestesista che ti prenderà in consegna è una mezzasega e/o non trova subito il punto giusto, ti farà piu buchi un abbastanza dolorosi nella schiena (che a me ha sempre fatto impallidire solo il pensiero, e ora che l'ho sperimentata personalmente preferisco una rettoscopia al rifare una cosa del genere), per non parlare del fatto che non è solo un'iniezione, ma prima un'aspirazione di un liquido dai nervi e poi l'immissione di anestetico. A me la schiena fa ancora male a 4 mesi dall'intervento.
L'effetto sulla gamba è come avere una zampa d'elefante totalmente insensibile trapiantata al posto della tua..e dopo l'intevento c'è la lunga fase di "risveglio" dell'arto.
Non voglio impressionarti, non vai in una sala torture, voglio solo metterti al corrente di ciò che potresti provare per evitare traumi psicologici.

Con l'a. totale non ti accorgi neppuire di addormentarti perchè l'effetto è pressochè istantaneo. Una boccata di gas e in un batter di ciglia sei già di nuovo sveglio e operato, senza tutte queste sofferenze che si possono benissimo risparmiare.

Essendo uno sportivo, ti suggerisco con il chirurgo di verificare se hai già una punta d'ernia anche dall'altra parte come spesso accade a chi fa sport perchè le ernie in generale tendono ad essere "simmetriche": la debolezza della parete non è da una sola parte.
In questo caso a maggior ragione considererei la possibilità di operarti in laparoscopia una volta sola da ambo le parti, altrimenti rischi che tra uqalche anno la punta che potresti avere dall'altra parte ti diventi una nuova ernia, e di doverti crocifiggere con una nuova trafila operatoria.



Modificato da - squartato on 28/02/2017 19:14:38

 Paese: Italy  ~  Invii: 499  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: Ieri -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 3   Spedito - 01/03/2017 :  11:23:59  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Ciao fifone e benvenuto,
capisco la tua situazione e francamente dare consigli agli altri è sempre difficile perché ovviamente siamo tutti diversi e diversamente reagiamo alle stesse cose.
Poi ricordi ? la gente dà buoni consigli se non può più dare cattivo esempio .....

Quindi mi limiterò ad esporre banalmente i fatti
le ernie non migliorano, al più possono avere un decorso lungo con fastidi più o meno evidenti
il nostro doc dice sempre che ci si opera quando l'ernia diventa una limitazione troppo pesante della vita quotidiana
l'intervento a cielo aperto rispetto a quello in laparoscopia in effetti ha alcuni inconvenienti maggiori (taglio maggiore, maggior dolore post operatorio etc) quindi sarebbe preferibile il secondo ma, ma, chi lo esegue deve saperlo fare bene altrimenti è meglio che faccia il primo
L'anestesia è anch'essa soggettiva. l'esperienza di squartato è un po' al limite ( è l'unico passato dal forum che ha avuto problemi) in genere tutti riferiscono di punturina nella schiena e poi lenta sensazione di addormentamento delle gambe stop.
La generale per tutti gli effetti che una generale produce la eviterei
La locale (personalmente sperimentata) a me è sembrata ottima, non sentì niente lo stesso e, se lo vuoi, ti sedano leggermente con un bell'effetto " sto tanto bene lasciatemi sempre così"
È chiaro che poi ognuno deve fare i conti con la propria situazione personale. Quel che vale per l'uno non sempre vale per l'altro.
Dalle esperienze riportate nel forum l'anestesia è sempre il primo problema, poi una volta fatto, diventa sempre l'ultimo.
Facci sapere e se hai dubbi siamo qui proprio a far terapia, "di gruppo"


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

Modificato da - francer on 01/03/2017 11:26:25

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 4   Spedito - 02/03/2017 :  12:48:17  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Ciao Fifone e benvenuto tra noi!

Se hai trovato un medico e una struttura che ti danno fiducia, affidati a loro serenamente, vedrai che andrà tutto bene e alla fine, come tanti altri di noi, ti stupirai per quanto tutto è semplice e veloce.

Rilassati più che puoi nell'attesa dell'intervento e non pensarci troppo; se poi hai dei dubbi o domande sai già che qui troverai un aiuto.

Dai che sei giovane e alla tua età tutto è più facile!

Saluti e...in bocca al lupo!


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gatto73

Nuovo membro

gatto73 is offline

 


 5   Spedito - 02/03/2017 :  17:37:20  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gatto73 a Private Message  Aggiungi gatto73 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Confermo Francer, stai sereno ed affidati ai dottori. Io ho fatto laparo in anestesia totale e manco mi sono accorto di quando mi hanno sedato..
Non preoccuparti del PRE operazione o dell'operazione, non senti nulla punto.
Al risveglio invece inizia qualche dolorino, cerca di camminare il più possibile , brevemente ma spesso, ma fidati che i miglioramenti sono esponenziali al tempo che passa, davvero già dal primo giorno al secondo cambia tanto e in 4-5 gg tiri decisamente il fiato.
Poi non avere fretta, ci vorranno mesi perchè ti passino dolorini o fastidi ma poi tornerai alla vita di prima.



 Paese: Italy  ~  Invii: 63  ~  Utente dal: 07/03/2016  ~  UltimaVisita: 06/01/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 6   Spedito - 13/03/2017 :  10:58:25  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Carissimi, vi ringrazio tutti per le vostre risposte che ho molto gradito. L'intervento si avvicina velocemente! L'ansia é ancora prepotente ma cerco di tenerla a bada con un bel po di sport all'aria aperta, e alla sera, aihme con un una piccola dose di ansiolitico prescritta dal medico curante.

Vi tengo aggiornati. Ancora grazie mille di tutto cuore.



 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 7   Spedito - 28/03/2017 :  09:02:26  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Buongiorno a tutti care e cari amici erniati,

Intervento previsto per domani mattina! Nei prossimi giorni sarà mia premura informarvi sull'esito dell'intervento e di quanto seguirà (sempre che non decida di scappare all'ultimo minuto in preda al panico).

Settimana scorsa visita pre operatoria con medico e anestesista. Anestesia spinale con leggera sedazione. Ho richiesto di non venire addormentato ma di rimanere cosciente, anche se una volta nelle mani dell'anestesista siamo abbandonati alla sua volontà e esperienza.

L'unica seccatura é che da alcuni giorni ho cominciato ad avvertire dei fastidi anche dalla parte sx (elastico della mutandina che sfrega e tira sull'inguine). Nessuna protuberanza. La sensazione é però che non sarà l'ultimo intervento di ernia.

Ancora grazie a voi tutti per le vostre risposte e a tutti gli autori delle altre testimonianze che rendono questo forum un luogo di incontro interessante. Bravi!




 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 8   Spedito - 28/03/2017 :  09:30:56  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia


Buona ernia, facci sapere


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 9   Spedito - 29/03/2017 :  20:13:24  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Carissimi,
Un breve messaggio per dirvi che tutto sembra essere andato bene. Ho un piccolo drenaggio come mi sembra essere costume qui in Svizzera. Piccola camminata fino in bagno ma poi sono dovuto sdraiarmi perché iniziavano le sudorazioni. Passato l'effetto della spinale, sono subito comparsi i dolori, piuttosto forti per la mia percezione. Ma leggendo tutti i vostri messaggi ero preparato.

Seguirà messaggio più dettagliato.

Ciao



 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 10   Spedito - 30/03/2017 :  17:13:36  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Bene Fifone! Eccoti "tesserato"!

I dolori per alcuni sono fastidiosi, ma se ti disturbano troppo li puoi contenere con eventuali antidolorifici. Ora riposa e tienici aggiornati sui tuoi progressi.

A presto,


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

Modificato da - Marcello62 on 30/03/2017 17:16:34

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 11   Spedito - 01/04/2017 :  18:43:58  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Grazie ancora Marcello. Qualora potesse essere utile, condivido con piacere alcuni dettagli del mio intervento per ernia inguinale indiretta dx, operata con tecnica Lichtenstein in anestesia loco-regionale.

- L'operazione era fissata per mercoledì. In accordo con il chirurgo, dato il mio stato particolarmente ansioso, fissiamo il ricovero la sera prima. A posteriori, malgrado un ricovero faccia sembrare l'intervento più serio di quello che è considerato, credo sia stata una buona scelta quella di entrare la sera prima. Infatti, per un ansioso come me, familiarizzare prima con il personale di cura e incontrare il chirurgo la vigilia sono serviti da esposizione progressiva alle paure dell'intervento. Un po' come capita con le vertigini quando arrivati su una vetta o in un punto esposto: con il passare del tempo la percezione della vertigine va diminuendo.

- Avendo già incontrato i medici la settimana prima per la visita pre-operazione, l'entrata prevedeva solo alcune domande di rito, misura dei parametri, depilazione della zona interessata (avevo letto che era meglio evitare il fai da te), e conferma da parte del chirurgo tramite disegno di una freccia la parte da operare. Mi hanno anche fatto un prelievo che a quanto pare la settimana prima non era sembrato necessario. Meglio così, una rassicurazione in più per eventuali imprevisti. Ora dell'intervento comunicata, le 12 del giorno seguente. Quindi digiuno e niente liquidi a partire dalla mezzanotte. Personalmente mi aspettavo che l'intervento avesse luogo nel corso della mattina, e il dover rimanere a digiuno per buona parte del giorno seguente mi spaventava in quanto di norma ho bisogno di nutrimi piuttosto regolarmente (sono piuttosto magrolino).

- La sera dopo cena sono comunque più tranquillo del previsto. Prima di dormire, mangio ancora un pezzo di pane e cioccolato per mettere un po' di riserva. Chiedo come concordato un ansiolitico per almeno riposare alcune ore (fortunatamente le notti precedenti avevo riposato bene). Malgrado prevedevo una notte insonne, sono comunque riuscito a dormire alcune ore, il che è sicuramente stato positivo.

- Sveglia attorno alle 7, soffro in silenzio a sentire il compagno di stanza sgranocchiare la colazione. Sono abbastanza tranquillo. Il chirurgo passa per salutare la mattina dicendomi "allora non sei ancora scappato?". Sorrido e sono abbastanza sereno. Attorno alle 11 è previsto il trasferimento in sala operatoria per preparazione. Ci sono un po' di ritardi. Alle 11h30 ricevo come discusso con l'anestesista 7.5 mg di midazolam, ansiolitico e ipnotico. Sono ora a letto, abbastanza tranquillo e in attesa delle infermiere per il trasferimento.

- Attorno alle 12h15 si parte! Si aprono le porte della sala e l'équipe degli anestesisti mi trasferisce sul lettino operatorio. Sono sereno. Mi trasferiscono in un locale piuttosto buio. Ora sono in due, credo un medico anestesista e un infermiere. Subito mi viene disinfettata la mano e applicata l'intravenosa. Solo un leggero fastidio ma nulla di che. A colloquio la settimana prima, avevamo concordato con il medico anestesista (non lo stesso che era presente ora in sala), un'anestesia spinale con sedazione minima (non volevo assolutamente essere addormentato). A quanto pare, ricevo direttamente una spruzzata di sedazione ma non me ne sono nemmeno accorto. Bene! Vengo adagiato su un fianco e fatto rannicchiare a uovo. Non ho paura. Sento i due discutere e uno dice, "selettiva"? Non ho sentito niente, nessun dolore e già la gamba comincia ad intorpidirsi. Per mio stupore solamente la gamba destra. Ottimo mi dico, così almeno la sinistra la sento un poco (anche se era un po' addormentata pure quella). La sensazione è davvero molto molto meno sgradevole delle mie aspettative. Respiro normalmente senza problemi. Percepisco ancora la gamba piegata e invece era dritta. L'anestesista mi dice che il cervello l'ha memorizzata così. Pazzesco ma sono ancora presente e sereno.

- Mi trasferiscono in sala sotto la lampada. Il chirurgo arriva e mi saluta. Mi applicano una medicazione e isolano con delle tele o nastri la zona interessata. Viene montata la copertura. Ora non li vedo più.

- Il chirurgo dice, "cominciamo?". Dai si parte, sono curioso e per niente impaurito. Sento il battito del cuore che rimane costante. Prova di sensibilità. "No non sento nulla!". Ora iniziano, sento solamente delle pressioni come se qualcuno ti stesse toccando ma nessun dolore ovviamente.

- Tutto procede abbastanza velocemente. L'anestesista è sempre accanto a me. Con il chirurgo non so quanti siano perché non li vedo. Parlano di reti e fili, ma mai di bisturi e tagli. Sento che il chirurgo racconta la storia legata alle tecniche di operazione con e senza rete. Verso metà intervento l'aiuto anestesista chiede al chirurgo a che punto siamo. Presumibilmente devono già prepararsi per il prossimo. Ancora la stessa domanda. Questa volta "stiamo chiudendo". Sento che parlano di drenaggio.

- Il palcoscenico viene smontato e vedo che assieme al chirurgo c'erano tre assistenti. Ringrazio tutti e in breve mi ritrovo in una sala dove mi rimettono sul letto. Ora mi trovo in camera. Ancora non muovo la gamba dx.

- In camera saturazione e pressione misurati ogni 30 min. Drenaggio localizzato, normalmente mi farebbe un po' impressione, ma tutto sembra essere normale: la spiegazione del chirurgo del giorno dopo è stata di piccoli sanguinamenti nel sottocute, e drenaggio applicato per evitare ematomi o accumuli nello scroto. La quantità di uscita è secondo il medico poca, il che mi tranquillizza. Ora ho fame e sete. Acqua ok, ma per mangiare bisogna attendere che ritorni la sensibilità alla gamba. Verso le 16 muovo entrambe le gambe e mi gusto un piccolo spuntino. I dolori iniziano a farsi sentire. Non ho molta voglia di parlare e mi sento piuttosto stanco. Bisogno di riposare ora. Da quel momento fino a oggi (3 giorni dopo), ricevo 4g al giorno di paracetamolo e un altro anti infiammatorio. Somministrano anche un antibiotico prevenivo per via venosa fino al giorno seguente per via del drenaggio.

- Prima di cena passa il chirurgo con aria soddisfatta e mi spiega che tutto è andato bene, illustrandomi anche il perché del drenaggio. Mi assegna due compiti da svolgere al più presto: camminare e fare pipì. Con l'aiuto dell'infermiera provo ad alzarmi, molto lentamente (ricordo qualcuno del forum raccontare di aver avuto sudorazioni). Cammino fino in bagno e va tutto bene. Provo a urinare ma ancora niente. Mi sale la nausea quando sono in bagno. Torno sul letto piuttosto rapidamente e chiedo all'infermiera di aiutarmi. Sto sudando, credo perlopiù per lo spavento. Misura della pressione tutto ok. Almeno uno dei due compiti era stato eseguito. Faccio uscire la mia compagna, e faccio qualcosa nel pappagallo. È un inizio!

- La notte seguente dormo alcune ore. Mi alzo attorno alle 3 con lo stimolo per andare a fare pipì. Non c'è nessuno ma decido di avventurarmi da solo. Arrivo senza problemi, ora l'uscita è più generosa. Forse per via del cattivo odore mi torna la nausea, anche se meno intensa della sera prima. Vabbè me ne torno a letto, 1 g di paracétamolo e dormo fino alla mattina.

- Poco prima di colazione arriva il medico e successivamente di nuovo il chirurgo. Tastano la zona operata e controllano il livello del drenaggio. Luce verde per rimuovere il drenaggio ed essere dimesso la mattina stessa. Lo so che l'ambiente da ospedale non è il migliore per una ripresa veloce (anche perché sia il mio compagno di camera che i vicini erano ricoverati per problemi ben più complessi), ma di partire quella mattina non me la sentivo ancora (per via della nausea della notte e anche perché era la mia prima operazione e non sapevo come il dolore sarebbe mutato). Chiedo di poter restare fino alla sera o al mattino successivo (quindi +24h/36h dall'intervento). Per il chirurgo non ci sono problemi.

- La rimozione del drenaggio da parte dell'infermiera è abbastanza fastidiosa. Ma rapida. "Ora respiri assieme a me, faccia dei bei respiri", e bamm di un colpo il drenaggio è rimosso.

- La giornata la trascorro quindi a camminare nel corridoio, a leggere, a riposarmi. Ora la nausea non c'è più. Alla sera ho anche lo stimolo per andare di corpo. Complici forse le pastiglie, non ho nessuno dolore a evacuare, mi sento benissimo!

- La mattina dopo mi faccio trovare in vestito da libera uscita all'arrivo del chirurgo. Lo ringrazio e ci congediamo. Le infermiere mi istruiscono sui medicamenti e sul comportamento per rapporto alla ferita. Nessun problema per prendere una doccia anche senza coprire la ferita.

- Rientro a casa e passo la giornata tra il divano e il giardino, dove cammino regolarmente.

- Oggi, a 3 giorni dall'intervento, continuo ad assumere gli antidolorifici, ma ho ridotto di mia volontà il paracetamolo a 2-3 g al giorno. La ferita non la sento praticamente, salvo nei cambi di posizione. Ma veramente niente di fastidioso. Ho invece dei piccoli dolori nella zona laterale-posteriore all'altezza del fegato, che passano anche loro con il paracetamolo. Camminato diverse centinaia di metri con tranquillità e senza sforzare.

- Dopo i primi rapidi miglioramenti del dolore siamo ora in una zona di piatto, dove si percepisce il fastidio ma il miglioramento è più lento. Ma va bene così, ne ero anche consapevole che era il prezzo da pagare per evitare l'anestesista generale (laparoscopia).

- Il chirurgo ha firmato un congedo per il lavoro (ufficio) per ancora 8 giorni, quando dovrebbero togliere i punti.

- Seguiranno dettagli.

Un grazie ancora a tutti voi per il vostro sostegno.



 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 12   Spedito - 02/04/2017 :  00:07:11  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Ottimo resoconto, bravo!

Sarà utilissimo per i lettori del Forum. Grazie per il tuo contributo!

Buona domenica e...a presto.


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 13   Spedito - 03/04/2017 :  12:53:27  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Si, ottima relazione
facci sapere come procede e, se ti va, anche dove sei stato operato.


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Fifone

Membro iniziale

Fifone is offline

 


 14   Spedito - 03/05/2017 :  15:34:21  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Fifone a Private Message  Aggiungi Fifone alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Cari amici erniati,

Un breve messaggio di aggioramento a 5 settimane precise dall'intervento.

- I dolori sono praticamente inesistenti in tutte le normali attività quotidiane. Capita che alzando qualche piccolo peso (minore a 8 kg) poi avverta un po di fastidio.
- Settimana scorsa (dopo 4 settimane), avevo provato un giro in bici (elettrica) e davvero senza sforzare. Praticamente facevo girare le gambe e il motore mi portava a spasso. Ho però avverito un leggero fatsidio, e sono rientrato spingendo la bici .
- Questa sera farò una prima uscita di jogging (corsa molto leggera) per provare le sensazioni.
- Per rispondere alla domanda precedente, sono stato operato dal primario presso l'ospedale regionale in Ticino, Svizzera.

Saluti a tutti.



 Paese: Switzerland  ~  Invii: 6  ~  Utente dal: 27/02/2017  ~  UltimaVisita: 25/05/2017 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
francer

Moderatore Nine Lives


francerino

francer is offline

Membro Valutato:
Voti: 6

 
Top 5 Invii (3)

 15   Spedito - 04/05/2017 :  09:07:15  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send francer a Private Message  Aggiungi francer alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: Nuovo malato d'ernia dx e ansia
Bene, ottimo.
Puoi andare con leggeri addominali e, se puoi, nuoto.
Il nuoto sarebbe l'ideale perché permette di allenarsi senza infastidire troppo la parte operata. E ti tiene in forma per l'estate


firma di francer 
Animula vagula blandula ....

  per frequenza e supporto

 Paese: Italy  ~  Invii: 5094  ~  Utente dal: 02/06/2008  ~  UltimaVisita: 02/03/2021 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,7 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07