Ernia e Laparocele Ny side 1

Niente può sostituire la visita di un chirurgo! Consultate il medico!

Visione migliore con una risoluzione di 1024 X 768

Nome utente:
Password:
Salva password

Registrazione
Selezione lingua


Hai dimenticato la Password?
Home  Forums  Responsabili  Libro Ospiti  FAQ  Regole  Registrazione  Contatti 
Menù principale 
Aggiungi a preferiti | Discussioni Attive (1) | I weblog | Discussioni Recenti | Dis.Senza Risposta | Sondaggi Attivi (0) | Calendario Eventi | Games | Cerca | Policy 
Menù utenti registrati 
Menù accessibile solo agli utenti registrati!  Registrazione
[ Membri Attivi: 0 | Membri Anonimi: 0 | Ospiti: 72 ]  [ Totale: 72 ]  [ Membro più recente: Lorenzo97 ] Scegli la Tonalità:
 Tutti i forum
 Italiano
 Chirurgia dell'ernia inguinale
 posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
(anche qui: 1 ospite.)
   Tutti gli Utenti possono inserire nuove Discussioni in questo Forum
   Tutti gli Utenti possono rispondere alle Discussioni in questo Forum
Pagina Successiva | Vista Arborescenza
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag. di 4
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 Spedito - 10/02/2018 :  18:03:31  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
Operato per ernia inguinale dx, secondo Trabucco, circa un mese fa. Ho scoperto a posteriori che il funicolo spermatico mi è stato riposizionato nel sottocute e non nel canale inguinale. Interrogato, il chirurgo mi ha detto che si fa per evitare che, in caso di necessità di reintervento, il funicolo si trovi "intrappolato" nel tessuto cicatriziale e sia di difficile gestione. Ho scoperto che, pero', non tutti i chirurghi lo fanno. Mi chiedo se tale scelta sia "obbligata" con la tecnica di Trabucco e se non possa avere anche degli svantaggi (esempio, maggior rischio di trazione -e, qunid, dolore e/o "infiammazione"- sul funicolo stesso, meno protetto e più mobile)... Chiedo anche se qualcuno tra gli operati ha ricevuto questa informazione prima o dopo il proprio intervento...
Per parte mia, se quelle addotte sono le motivazioni, potendo avrei chiesto che tutto fosse rimesso "a posto", data anche la rarità delle recidive, se l'intervento è eseguito a "regola d'arte" (lo dicono le statistiche, non io).



 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore 
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 1   Spedito - 10/02/2018 :  20:08:20  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Io sono stato operato col dannato metodo Trabucco e la bestialità dei chirurghi nel non dare la minima informazione ha colpito anche me altrimenti mai mi sarei fatto operare con questa tecnica.

La facoltà di posizionare il funicolo sopra o sotto mi giunge nuova anche se in caso di recidiva non si fa certo un reintervento per via anteriore ma si interviene in laparoscopia, cosa che avrei fatto da subito se avessi saputo meglio dei particolari dell'intervento.

Per il discorso del funicolo piu esposto, piu che del posizionamento dovresti preoccuparti più della resezione del cremastere che quasi certamente ti hanno praticato e che non ti avranno certo detto. In pratica ti hanno aperto la sottile guaina muscolare che avvolgeva funicolo e vasi sanguigni, un po' come lasciare scoperto un tratto di filo elettrico.
Una volta saputo ho chiesto di essere rioperato per farmelo ricomporre ma si sono rifiutati, mentre ho saputo che lì per lì si perdevano cinque minuti e si poteva ricucire.

Quando ho chiesto di problemi conseguenti nessuno ha saputo o voluto dirmi niente, ho solo trovato questo passo sulla pubblicazione chirurgica di una tecnica ove si conserva il cremastere:

Più a valle, il cremastere rimane integro e protegge i vasi testicolari dal rischio lesioni
iatrogene in caso di reintervento per recidiva. Tutti sappiamo quanto siano esposti a lesioni iatrogene i vasi testicolari scheletrizzati, nella dissezione del tessuto cicatriziale.
Nei casi in cui sia stato resecato il cremastere è stata anche dimostrata maggiore incidenza di nevralgie del nervo genitale. E ancora, il cremastere garantisce un miglior circolo collaterale, che può essere prezioso in caso di lesione dei vasi testicolari.


Comunque ora che mi hai detto della facoltà di posizionamento proverò a chiedere al chirurgo per sapere dove me lo ha collocato.



Modificato da - squartato on 10/02/2018 20:12:19

 Paese: Italy  ~  Invii: 515  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 27/02/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 2   Spedito - 11/02/2018 :  17:51:18  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Buongiorno Paziente e benvenuto nel Forum.

Il tuo interesse su questi aspetti tecnici è dovuto al manifestarsi di particolari problemi dopo l'intervento? Puoi dirci quali?

La tua richiesta richiede inevitabilmente una risposta da parte di un medico chirurgo, che è l’unica figura professionale in grado di darti spiegazioni con cognizione di causa, qui siamo tutti semplici pazienti erniati, o ex-erniati, con una conoscenza molto limitata degli aspetti più tecnici dell’intervento d’ernia, dunque vediamo se il nostro Doc ha la possibilità di risponderti a breve…

quote:
(...) Chiedo anche se qualcuno tra gli operati ha ricevuto questa informazione prima o dopo il proprio intervento...(...)
Originariamente inviato da Paziente - Ieri :  18:03:31



Durante gli accertamenti pre-ricovero, a me sono state date delle informazioni molto sintetiche, situazione che credo sia comune alla maggior parte degli utenti del Forum. I medici, in generale, rispondendo alle nostre domande tendono ad essere molto veloci limitandosi all’essenziale, bisogna ammetterlo, ma penso che per chiunque di noi, per quanto pensiamo d’essere informati, sarebbe davvero difficile “confrontarsi” con un chirurgo che ha una preparazione specifica, basata su anni di studio e pratica chirurgica, soprattutto se si tratta di scendere in dettagli estremamente tecnici.
Dunque le informazioni più utili io le trovai qui nel Forum, leggendo con pazienza moltissime discussioni. In questo senso i Forum possono essere, per certi aspetti, delle validissime fonti d’informazione, ma sono sempre più convinto che dobbiamo valutare con estrema attenzione ciò che leggiamo.


Grazie per il tuo contributo e a presto.


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 3   Spedito - 12/02/2018 :  09:21:42  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Si, il tutto nasce da "problemi" riscontrati nel post operatorio. Infatti, dopo circa 15 giorni dall'intervento, ormai quasi scomparsi gli altri dolori (che, nel mio caso, come anche in tanti altri, sono stati molto pochi in corrispondenza della ferita ma piuttosto importanti alla base del pene, in corrispondenza del pube), pian piano ha iniziato a comparire dolore al testicolo che non mi pareva presente prima o, quanto meno, non avevo per niente notato. Il dolore, nei giorni seguenti, è aumentato, pur non potendosi definire, fortunatamente, insopportabile. Il dolore è di tipo "profondo", mal localizzabile, paragonabile (facile da capire per chiunque di noi maschietti!) ai postumi di una bella botta... Non è costante (ad esempio, non è presente al mattino, al risveglio) ma, invece mi pare aumentare se sto in prolungata stazione eretta e, specialmente, se affretto il passo ... tanto che, nonostante mi allenassi regolarmente prima dell'intervento (corsa e pesi in palestra) non ho osato, a circa 4 settimane dell'intervento, riprendere neanche la corsa ... Inoltre, se tocco il testicolo, questo risulta dolente, ma non sempre in maniera uguale. Ho fatto, quindi, ecografia, che non ha evidenziato danni (non segni di ischemia, non raccolte, etc). Visto come il dolore si manifesta, accentuato dal movimento/la stazione eretta prolungata, ho ipotizzato che un fattore "meccanico" fosse alla sua origine. Per questo, premesso che concordo con quel che tu dici (cioè, che la cosa migliore sia scegliere un professionista di cui ci si fidi ed affidarsi a lui) e che, quindi, non avevo raccolto alcuna informazione prima dell'intervento confidando che sarebbero state prese le decisioni tecniche migliori per me (... e, magari, mi fossero prospettate le diverse opzioni dove ce ne fossero....), visto il disturbo, e che, solo allora, ho notato che il testicolo del lato operato era molto più in basso che in precedenza, mi sono informato sulla tecnica e, cosi', ho scoperto della resezione del muscolo cremastere e del posizionamento del funicolo nel sottocute: dato che, entrambe le cose, per logica, lasciano deferente meno protetto e più mobile (cosa che potrebbe comportare, per logica, irritazione e trazione sua e, di conseguenza, del testicolo)... ho fatto 2 più 2....
Ovviamente, se la scelta è obbligata è un conto ma se cosi' non è, è un altro conto.... Del resto, penso che nessuno possa pensare che se migliaia di anni di selezione naturale hanno portato a certe soluzioni anatomiche , sia totalmente indifferente rispettarle o meno...: mi interesserebbe solo sapere se la cose sia la possibile causa dei sintomi e se sarebbe potuta esser evitata....



 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 4   Spedito - 12/02/2018 :  11:51:22  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Buongiorno Paziente e grazie per le utili precisazioni, serviranno per comprendere meglio la tua situazione generale anche in vista di una risposta da parte del Doc.
Io, da parte mia, posso dirti che a un mese dall'intervento i sintomi che descrivi sono abbastanza comuni nei racconti dl Forum. Nel mio caso i dolori occasionali al testicolo durante la giornata si protrassero almeno due mesi dopo l'intervento, i medici mi dissero che era "normale" e trovai corrispondenza in diverse esperienze del Forum. Come dici tu non erano fastidi insopportabili nè particolarmente acuti, ma concordo con te sul fatto che per noi tutti è preoccupante sentire dolori di quel tipo, spesso improvvisi, tali da farti trasalire, o persistenti al punto da condizionarci nelle nostre normali attività. L'uso della bici per me era davvero difficile, soprattutto per i sobbalzi, tuttavia il problema si è risolto col tempo e ora non ho più fastidi di nessun tipo...salvo urti accidentali!
L'abbassamento del testicolo l'ho avuto anch'io in minima parte e col tempo anche questo aspetto si è risolto con un rientro nella norma, tenuto conto che io ho sempre avuto il sinistro un po' più basso.
Dunque credo che tu abbia ancora un po' di strada da fare nel recupero delle condizioni normali e come molti altri di noi, tu possa risolvere positivamente questi aspetti del postoperatorio senza conseguenze permanenti. Molti di noi, come avrai già letto nel Forum, hanno trovato un aiuto temporaneo nell'uso degli slip contenitivi, soprattutto se si deve stare in piedi a lungo, però non tutti li tollerano.

Concordo sicuramente con te sulla necessità di avere un miglior dialogo con i medici, servirebbe per affrontare meglio e con maggior serenità l'intervento, il postoperatorio e gli eventuali problemi connessi.

Buona giornata


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 5   Spedito - 12/02/2018 :  19:29:49  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Le risposte evasive nel post intervento sono una cosa frustrante da subire da parte di questi dannati chirurghi, i quali sanno benissimo che se spiegassero certe cose per filo e per segno prima dell'intervento, di certo tre pazienti su quattro non si farebbero operare con questa o quella tecnica. Sono quasi certo che il 100% dei chirurghi non renda conto al paziente di certi dettagli, a meno di non saperlo prima e metterlo alle strette in visita.

Le risposte dopo l'intervento sono un vero e proprio insulto all'intelligenza, come un "è solo un dettaglio chirugico", "ma che ci fa del cremastere", "tanto portiamo tutti le mutande", fino alla massima strafottenza "lasci che il chirurgo faccia il suo lavoro", e sono tutte cose che ho sentito dirmi.

Al paziente con la quinta elementare forse non interessa perchè non ci arriva con la testa, ma al paziente anche mediamente acculturato interessa eccome. Ho firmato un foglio dal chirurgo dove dichiaravo di essere a stato messo a conoscenza delle alternative ma di al ternative non ne ho sentito parlare...forse perchè il chirurgo era cosi una pippa da non conoscenre altre.
Dovremo iniziare a ridimensionare la visione del chirurgo come l'oracolo di Delfi depositario della verità assoluta, visto che il solo motivo per cui ci si pongono queste domande dimostra che non lo sono. Sul cremastere ho infatti già raccolto quattro-cinque pareri diversi.

Inoltre, ad oggi nessun medico mi ha saputo spiegare perchè il testicolo di abbassa.



Modificato da - squartato on 12/02/2018 19:40:35

 Paese: Italy  ~  Invii: 515  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 27/02/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 6   Spedito - 13/02/2018 :  16:39:51  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Squartato, devo dire che, prima di scrivere qualcosa su questo forum, leggendo qualche tuo commento trovavo esagerati sia il tuo nickname che il tono dei tuoi interventi... e non avessi avuto questo problema del dolore al testicolo e non mi fossi reso conto, di conseguenza, di quanto questo si sia abbassato ed avessi, per cio', raccolto informazioni su sezione del cremastere e funicolo nel sottocute, avrei continuato a pensarlo... Invece, ora, più penso all'accaduto e raccolgo informazioni, più la rabbia aumenta....
Per rispondere al tuo ultimo quesito: è proprio la sezione del cremastere che porta all'abbasamento del testicolo!
Mi sono ri-rivolto al chirurgo che mi ha operato che ha insistito sul fatto che il funicolo sopra la fascia, cioè nel sottocute (in pratica, ora, l'anello interno e quello esterno del canale inguinale sono quasi coincidenti... in altre parole, è scomparso l'anello inguinale!) serva a ridurre i rischi di danni al funicolo in caso di reiintervento... A parte la possibilità, come tu hai fatto notare, della opzione laparoscopica in caso di reintervento che, quindi, rende inutile questa modifica della anatomia, mi chiedo anche se sia possibile ritenere una scelta obbligata menomare di sicuro 99 persone per, forse, rendere il reintervento meno rischioso ad uno...
La sezione del cremastere, mi da l'idea, la gran parte la faccia perchè cosi' ha imparato ma non sa neanche il perchè... Mi è stato risposto che si sarebbe visto che, se si ricostruisce, aumenta il rischio di recidiva poiche' la sua contrazione "forza" l'anello inguinale... Sinceramente, dubito parecchio che ci siano studi che abbiano mai dimostrato questo.... La mia impressione è che, semplicemente, è molto più semplice e rapido non ricostruirlo e, pensando che "non cambi poi tanto", lo si lascia cosi'...
Dette tutte queste cose, sperando che un chirurgo voglia darci la sua versione dei fatti, rimane il fatto vergognoso che uno si affidi ad un profesionista per la riparazione di un danno, si noti bene ne in urgenza ne per una patologia maligna, e, senza saperlo, si risveglia con una menomazione fisica permanente...
Ne il danno estetico in un area tanto importante per un maschio, specialemnte se giovane, ne i possibili danni funzionali (qualcuno ha mai fatto uno studio, a distanza, su i danni meccanici che subisce il funicolo non più protetto all'inteno del canale inguinale e senza il rivestimento del cremastere? Qualcuno ha mai fatto uno studio sulla diminuzione della produzione di spoermatozoi dovuta al fatto che il cremastere non agisce più per regolare la temperatura del testicolo?) mi paiono tanto trascurabili da essere ignorati e non essere manco menzionati prima dell'intervento...: trovo inammissibile che qualcuno si arroghi il diritto di scegliere per te su cose tanto importanti, essendoci possibilità di scelta..
Personalemnte, a prescindere da tutto, se anche qualcuno mi avesse detto che le due cose sono imprescindibili, avrei scelto di farmi operare in laparoscopia: i rischi anestesiologici e chirurgici un poco superiori li avrei affrontati volentieri a fronte di rimanere menomato per sempre....

Ovviamente, e qui rispondo anche al commento di Marcello 62, sempre sperando che i dolori che avverto al testicolo siano solo e davvero legati al normale andamento del post-intervento e non, come ho sospettato, alla nuova realtà natomica conseguente al riposizionamento del funicolo e alla sezione del cremastere...



 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 7   Spedito - 13/02/2018 :  18:01:57  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Caro Paziente il nick a dire il vero lo avevo scelto in modo ironico in tempi non sospetti, ovvero quando appena fatto l'intervento pensavo di essere la persona piu felice del mondo, salvo scoprire per caso solo pochi giorni dopo la verità dei fatti e senza piu la possibilità di bloccare tutto e lasciare i medici ad aspettarmi in sala operatoria. Da allora sono caduto in depressione e ho anche dolori e bruciori postoperatori da quasi un anno e mezzo, come se avessi dentro una pallottola di fucile.

Questa della contrazione che tu hai esposto ti dirò è una nuova opinione che aggiungo alle varie che mi sono state fornite e che sinceramente fatico non poco a capire dal punto di vista meccanico. Senza considerare che nell'anello interno hai anche un "plug" fatto di garza ammucchiata, non fissato, che non si sa che fine faccia. Potrebbe essere migrato chissà dove.

Poi sulla relazione tra testicolo basso e resezione del cremastere a me è stato detto che non c'entra, anche se ho dubbi perchè sembra lampante. Da chi lo hai saputo?

Questa del reintervento poi mi sembra laconica..la letteratura dice che va evitato il contato tra funicolo "scoperto" e rete.

In caso di ernia indiretta l'apertura del cremastere serve ad accedere all'anello interno e al sacco erniario, ma lo stesso tal Campanelli ha scritto non ricordo dove che la sezione del cremastere non è necessaria. Vai a capire ora chi ha ragione.

La cosa che trovo davvero scandalosa è che, leggendo questo e altri forum esteri, la questione del cremastere e del testicolo è sentita piu che mai, molti neanche lo vengono mai a sapere, altri sono anziani quindi la cosa non interessa, ma dimostra che la cosa ha evidentemente un forte grado di importanza per il paziente.
E in questi decenni nessuno degli ennemila chirurghi nei vari hernia society sysmposium si è mai posto il problema della ricaduta non solo fisiologica ma anche psicologica della questione. Forse pensavano più al buffet del coffee break.

La soluzione è che non avendo imparato a farlo in altro modo semplicemente non te lo dicono adducendo successivamente scuse sciocche allargando le braccia.





 Paese: Italy  ~  Invii: 515  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 27/02/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 8   Spedito - 13/02/2018 :  18:03:48  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
P.S. comunque la pubblicazione di cui ti ho riportato quell'estratto sul cremastere è questa, non ho trovato altro finora:

http://www.gruppoguarnieri.com/Hern...er/Libro.pdf

Non mi piace come tecnica ma l'ho trovata oltremodo una lettura interessante per capirne di piu.



 Paese: Italy  ~  Invii: 515  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 27/02/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 9   Spedito - 14/02/2018 :  17:43:06  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
quote:
(...) Invece, ora, più penso all'accaduto e raccolgo informazioni, più la rabbia aumenta....


La rabbia può essere comprensibile e in certi casi è giustificata dalle situazioni vissute dai singoli pazienti, ma dobbiamo sempre sforzarci di controllarla evitando di arrivare a giudizi drastici e indiscriminati, soprattutto se espressi in termini non consoni ad un civile scambio di opinioni e informazioni.

quote:
(...) mi chiedo anche se sia possibile ritenere una scelta obbligata menomare di sicuro 99 persone per, forse, rendere il reintervento meno rischioso ad uno... (...)


Se così fosse, vista la quantità di interventi d'ernia inguinale che vengono praticati con tecniche a cielo aperto, vivremmo in un mondo di persone"menomate", in realtà la stragrande maggioranza degli operati torna alla vita di sempre dimenticandosi definitivamente del problema ernia. Purtroppo, esistono casi problematici, ma sono a sè stanti e spetta ai medici studiarne le cause e le possibili soluzioni, in modo specifico per ognuno di loro.

quote:
(...) il danno estetico in un area tanto importante per un maschio, specialemnte se giovane (...)


Normalmente, l'aspetto estetico non costituisce un problema nell'intervento d'ernia, nè per gli anziani, nè per i giovani, per la mia esperienza diretta e per quella dei miei amici operati, si torna all'aspetto esteriore di sempre.

quote:
(...) Ovviamente, e qui rispondo anche al commento di Marcello 62, sempre sperando che i dolori che avverto al testicolo siano solo e davvero legati al normale andamento del post-intervento e non, come ho sospettato, alla nuova realtà natomica conseguente al riposizionamento del funicolo e alla sezione del cremastere...
Originariamente inviato da Paziente - Ieri :  16:39:51



Nel tuo caso direi che è davvero prematuro preoccuparsi, leggendo nel Forum si trovano molte esperienze che vedono la presenza di dolori ai testicoli, anche per lunghi periodi. Sai già bene che ognuno di noi reagisce "all'aggressione chirurgica" in modo molto soggettivo.
Dunque spero che anche tu possa tornare presto alla normalità di sempre.

Buona serata


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 10   Spedito - 14/02/2018 :  20:02:20  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Caro Marcello 62, grazie per il tuo commento pacato che cerca di essere equilibrato, anche se lo condivido solo in parte.
I giudizi espressi non mi paiono indiscriminati: se non vieni informato che il tuo fisico verrà modificato non per una eventuale complicanza, questa ovviamente da mettere sempre in conto, ma per un effetto certo e, quindi, prevedibile, della tecnica chirurgica adoperata, per altro esistendo delle alternative alla stessa, io direi che qualsiasi giudizio negativo, seppure io non lo abbia espresso, è più che giustificabile. Credo di avere il pieno diritto di poter decidere se sottopormi o meno ad una alterazione della mia anatomia e della mia fisiologia!!
Se la maggior parte delle persone torna alla vita di sempre, questo avviene, evidentemente, per vari motivi: in primis poiche non tutti vengono operati con la tecnica di Trabucco che prevede la resezione del cremastere ed il funicolo nel sottocute; molti, magari perché anziani o, semplicemente, meno attenti, non si renderanno mai conto di quanto successo ne hanno la cultura/informazioni per poter anche solo immaginare le possibili conseguenze fisiologiche; altri, per ignoranza delle tecniche e delle alternative, anche rendendosene conto prenderanno per scontato che l'alterazione è connaturata all'essere operati e se ne faranno una ragione... etc etc.
Contrariamente a quel che tu dici, non nutro alcuna speranza che l'aspetto torni quello di sempre, dato che il muscolo sezionato non potrà, di certo, ricrescere... e, tanto meno, le sue funzioni esser recuperate...
Del resto, spinto da quello che qualcuno ha scritto qua, ho dato una sbirciata a forum analoghi in lingua inglese ed è ben evidente quanto tante persone si lamentino del problema che, quindi, evidentemente non è cosi' trascurabile....
Riguardo i dolori, son d'accordo con te: leggere l'esperienza diretta di molti dimostra che il recupero, a volte, puo' esser più lento... e quindi, spero vivamente che questo sia il mio caso... ma, come detto, questo è solo un aspetto del problema.



Modificato da - Paziente on 14/02/2018 20:33:09

 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Marcello62

Moderatore


apnea

Marcello62 is offline

Membro Valutato:
Voti: 1

 
Top 5 Invii (4)

 11   Spedito - 15/02/2018 :  12:52:26  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Marcello62 a Private Message  Aggiungi Marcello62 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
quote:

(...) I giudizi espressi non mi paiono indiscriminati: se non vieni informato che il tuo fisico verrà modificato non per una eventuale complicanza, questa ovviamente da mettere sempre in conto, ma per un effetto certo e, quindi, prevedibile, della tecnica chirurgica adoperata, per altro esistendo delle alternative alla stessa, io direi che qualsiasi giudizio negativo, seppure io non lo abbia espresso, è più che giustificabile. Credo di avere il pieno diritto di poter decidere se sottopormi o meno ad una alterazione della mia anatomia e della mia fisiologia!! (...)


Preciso che quando parlo di giudizi drastici e indiscriminati mi riferisco a quanto abbiamo letto sovente in questo Forum da circa un anno a questa parte. Pur comprendendo la rabbia di chi subisce gli effetti di sintomi postumi all’intervento, ritengo che non sia ammissibile, né giustificabile, usare il Forum per sfogare il proprio livore accusando, o peggio insultando in modo generalizzato l’intera classe medica, con toni e termini che non sono consoni al civile scambio di opinioni.

Per poter avere una buona informazione e una giusta possibilità di scelta, credo che l’unica via rimanga quella di cercare un corretto dialogo preliminare col chirurgo al quale ci siamo rivolti e affidati.

quote:
(...) Se la maggior parte delle persone torna alla vita di sempre, questo avviene, evidentemente, per vari motivi: in primis poiche non tutti vengono operati con la tecnica di Trabucco che prevede la resezione del cremastere ed il funicolo nel sottocute (...)


Abbiamo già visto che i problemi possono presentarsi con qualsiasi tecnica, anche le migliori praticate. La tecnica Trabucco è una delle possibili soluzioni del problema ernia, leggendo nel Forum si vede che col tempo è stata superata da altre, sempre open, fra le quali la tecnica Lichtenstein che sembra essere la più eseguita, ma in ogni caso viene ancora scelta dai chirurghi e può risolvere il problema in modo valido. Ti porto l’esempio di tre persone di mia conoscenza diretta che da molti anni hanno risolto l’ernia inguinale grazie al metodo Trabucco e vivono benissimo, fino a “dimenticarsi” dell’intervento subito. In sostanza, se il chirurgo ha grande abilità il risultato può essere buono indipendentemente dalla tecnica usata, poi se si vuol discutere nei dettagli sulla superiorità dell’una sull’altra tecnica…beh! Allora bisogna proprio avere delle conoscenze mediche specifiche e un’esperienza diretta di pratica chirurgica. Nessuno di noi può pensare seriamente di poter sostenere un confronto “alla pari” con un medico chirurgo, solo per aver speso del tempo leggendo in internet, ci vuole buon senso e…modestia.

quote:
(...) molti, magari perché anziani o, semplicemente, meno attenti, non si renderanno mai conto di quanto successo ne hanno la cultura/informazioni per poter anche solo immaginare le possibili conseguenze fisiologiche; altri, per ignoranza delle tecniche e delle alternative, anche rendendosene conto prenderanno per scontato che l'alterazione è connaturata all'essere operati e se ne faranno una ragione... etc etc. (...)


Scusa ma non condivido queste motivazioni. In nove anni di presenza nel Forum ho potuto constatare che tutti gli utenti maschi, di qualunque età, quando rilevano un’anomalia, o un cambiamento significativo nell’aspetto o nella funzionalità dei “gioielli” (come li abbiamo sempre scherzosamente chiamati nel Forum), vanno comprensibilmente nel panico, sia che l’utente abbia solo la quinta elementare, sia che abbia una laurea. Se poi sono presenti anche altri sintomi particolari, indipendentemente dalla loro condizione sociale, dimostrano eccome di essere attenti.


quote:
(...)Del resto, spinto da quello che qualcuno ha scritto qua, ho dato una sbirciata a forum analoghi in lingua inglese ed è ben evidente quanto tante persone si lamentino del problema che, quindi, evidentemente non è cosi' trascurabile....(...)
Originariamente inviato da Paziente - Ieri :  20:02:20



I Forum servono proprio a chi ha dei problemi per cercare delle possibili soluzioni, di conseguenza, chi legge ha l’impressione che gli aspetti negativi prevalgano nettamente. I Forum, pur essendo molto utili, non possono avere un valore assoluto e ciò che si legge va sempre e comunque preso con le dovute cautele.

Buona giornata


firma di Marcello62 
Marcello

https://www.herniasurgery.it/forum/...&whichpage=1

  Miglior resoconto di esperienza

 Paese: Italy  ~  Invii: 3388  ~  Utente dal: 01/04/2009  ~  UltimaVisita: 17/08/2022 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
squartato

Membro medio

squartato is offline

Nota: 
 
Top 25 Invii (17)

 12   Spedito - 15/02/2018 :  12:55:12  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send squartato a Private Message  Aggiungi squartato alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Il problema è che non c'è una tecnica open che ti preserva da questi problemi dovuti all'eccessiva aggressione chirurgica.

La tecnica Lichenstein non so per quale motivo la considerano "gold standard" (cit.) ed anche in quella è prevista l'incisione dl cremastere per esplorare l'anello interno, ma non è nè una tecnica suturless nè tensionless (nonostante la considerino come quest'ultima) perchè la rete si fissa con i punti con ottima possibilità di incarcerare nervi per errore e di finire con il dolore cronico.
Un po' meglio sembra andare con le reti Progrip che si aggrappano senza punti ma il dolore cronico sebbene meno probabile può sempre manifestarsi anche per reazione dei tessuti. Però il cremastere si cerca di preservarlo.

La trabucco è completamente suturless e tensionless però non sapevo nulla del resto.

Poi ognuno applica le tecniche standard con qualche variante, chi il cremastere lo incide longitudinalmente e basta e chi lo recide direttamente.

Il problema è che sono tecniche si conosciute da tutti ma VECCHIE.

Tempo fa ho postato un link ad un forum statunitense di medici (se lo ritrovo...) dove gli stessi si domandavano: Voi che proponete la open ai pazienti ma dovendo operarvi voi stessi che tecnica scegliereste ? Ebbene è incredibile quanti di essi avrebbero scelto la laparoscopia.

P.S. Su youtube ci sono vagonate di video dell'intervento con questa o quella tecnica e puoi farti un'idea migliore del lavoro fatto (per stomaci forti...).

P.P.S. spiace di essere poco simpatico ad alcuni, ancorchè tollerato, ma purtroppo non ho nessuna possibilità ormai di "cercare un dialogo con il chirurgo", tuttavia è evidente come io non sia il caso isolato sfortunato ma che pressochè tutti non vengono preliminarmente informati dai medici e vengono a sapere di certi particolari determinanti dai forum o da internet. Come tale non credo di essere il solo che si è scontrato con l a mediocrità diffusa anche nella classe medica, tanto da sentirmi dire anche che "il cremastere è un nervo" (giuro..).



Modificato da - squartato on 15/02/2018 13:02:08

 Paese: Italy  ~  Invii: 515  ~  Utente dal: 10/11/2016  ~  UltimaVisita: 27/02/2024 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
gheppio59

Membro giovane

gheppio59 is offline

 
Top 50 Invii (34)

 13   Spedito - 15/02/2018 :  23:26:56  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send gheppio59 a Private Message  Aggiungi gheppio59 alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Sono d'accordo con Squartato: c'è troppa mediocrità tra i medici ed una scarsa attenzione al paziente inteso quale essere umano. Poi da molti l'intervento di ernia viene considerato ' semplice' ma sappiamo bene che richiede tecnica e competenza. Poi il cosi detto "consenso informato"(che è uno strumento utile e corretto in se stesso) ancora oggi è congegnato più come una sorta di parafulmine per il chirurgo che non come una un modalità seria ed etica di informare il paziente dei rischi cui va incontro.


 Paese: Italy  ~  Invii: 176  ~  Utente dal: 08/09/2017  ~  UltimaVisita: 21/11/2019 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 14   Spedito - 16/02/2018 :  19:27:39  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
Marcello 62, se ti riferivi, riguardo ad "accuse indiscriminate", ad altre discussioni come dici... io non c'ero e non so di che parli.
Riguardo al resto dei tuoi commenti: anche qui, non capisco se parli in generale o se ti riferisci a questo post... perché, come ho cercato di specificare, a me non interessa fare nessuna graduatoria tra le tecniche (giustamente, mai avendo operato alcun paziente personalmente od avendone seguito decine nel post intervento, mi parrebbe pura supponenza pensare di farlo)... ne sto parlando delle complicanze che, anche qua, ho ribadito aver presente possano ben capitare al di la della abilità del chirurgo perché ci sono evenienze che possono andar oltre la sua perizia ed il suo corretto operare...
Sto parlando di ben altro: del NON comunicare, cioè omettere, a priori quelle che saranno le conseguenze CERTE dell'intervento.... Ora, tu od altri potete considerare la alterazione/distruzione della anatomia e della fisiologia di cui si parla minime o per voi trascurabili ma devi comprendere che per altri non lo sono. Va da se che maggiore la consapevolezza del proprio corpo, più forte la convinzione verso, in generale, il rispetto della fisiologia, maggiori delle conoscenze riguardo la anatomia e la fisiologia (non sono certo un chirurgo ma la mia cultura mi permette di capire che se l'occhio è posto, per esser protetto, dentro una cavità ossea... forse non è cosi' trascurabile che strutture "nobili" come il dotto deferente ed i vasi sanguigni che alimentano il testicolo siano normalmente protetti all'interno di una canale -che a me è stato distrutto- e non subito sotto la pelle e che siano ulteriormente protetti da una fascia muscolari, il deferente -che a me è stata sezionata e non ricostruita-), più ci si senta traditi da persone cui ci si affida totalmente per oi scoprire, a posteriori, che queste hanno preso, quanto meno superficialmente se non arrogantemente, decisioni al posto tuo e sul tuo corpo e queste decisioni potevano e dovevano esser discusse prima, a maggior ragione che ci sono approcci alternativi... Per me il discorso è semplice e chiaro...
Ricordo, giusto per fare un esempio lampante, che ci sono persone (es: I Testimoni di Geova) che, per un loro convincimento, rifiutano la trasfusione di sangue anche a costo di lasciarsi morire... personalmente, considero la cosa "sciocca", solo per usare un eufemismo, ma mi guardo bene dal dire che non sia un loro diritto poter scegliere per se stessi .... figurati se mi possa apparire corretto (ti evidenzio che anche per la Legge NON lo è assolutamente) che venga alterato coscientemente (e non, ripeto, a causa di una complicanza imprevenibile) il mio aspetto fisico e la mia fisiologia, a maggior ragione per quello che ti viene presentato come "un interventino", a quanto pare, nella grande maggioranza dei casi, senza chiedere il mio consenso a priori.....: per fortuna non siamo in regime di Medicina di Stato!
Riguardo quanto scrive Gheppio59: non trovo scorretto che nel consenso informato il chirurgo riporti tutte le comlicanze possibili, in modo che il paziente possa fare la sua scelta in base a tutte le informaazioni disponibili, piacevoli o meno che siano... del resto, se questo serve anche coprire le spalle al chirurgo dal fatto che, un domani, qualcuno lo accusi ingiustamente per una complicanza che è, di per se possibile, al di la del suo correto agire (parliamo di chirurgia e non di calcoli matematici... e 2 + 2, dobbiamo tutti comprendere, non puo' far sempre 4, al di la della competenza e della buona volontà dell'iperatore), mi pare giusto anche questo. Allo stesso modo, quindi, mi pare intollerabile che modifiche CERTE della anatomia e della fisiologia vengano taciute, arrogandosi la facoltà di decidere per qualcun altro che ha, invece, tutto il diritto di scegliere quello che LUI pensa meglio per se stesso...



 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Paziente

Membro iniziale

Paziente is offline

 


 15   Spedito - 16/02/2018 :  20:33:12  Link diretto a questa replica  Mostra Profilo Send Paziente a Private Message  Aggiungi Paziente alla Lista Amici  Aggiungi alla Lista Ignora
 » Soggetto: Re: posizionamento funicolo spermatico nel sottocute
PS: intendevo scrivere che a me è stato distrutto (sezionato) il cremastere ( e NON il deferente!!!).... mi sono accorto tardi dell'errore di scrittura e non ho potuto più correggere il testo....


 Paese: Italy  ~  Invii: 13  ~  Utente dal: 09/02/2018  ~  UltimaVisita: 06/03/2018 -> Moderatore  strLangGo_Top_Page00010
Pag. di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Vers.Stampabile  Annota questa Discussione Annota 
Pagina Successiva
Vai a:
 Image Forums 2001 Questa pagina è stata generata in 0,46 secondi.

 

   Time edit/delete mod from superdeejay.net
Torino Ernia Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.07